Venerdì, 06 Ottobre 2017 18:53

Teatro Brancaccio. Arriva la mitica “Aggiungi un posto a tavola”.

Scritto da

ROMA - Al Teatro Brancaccio è stata presentata alla stampa quella che possiamo considerare, probabilmente, la più bella commedia musicale italiana di tutti i tempi: stiamo parlando di Aggiungi un posto a tavola, della premiata Ditta Garinei & Giovannini, scritta con Iaia Fiastri e corredata dalle splendide musiche di Armando Trovajoli.

Chi scrive si emoziona solo a pronunciare questi nomi sacri, avendo avuto lo fortuna – poco più che liceale - di assistere alle prove della prima edizione (1974),  grazie all’amicizia con Sandro Giovannini.  Anche se l’anagrafe è implacabile, rivederla ora al Brancaccio, in apertura di stagione e con un cast composto in gran parte da amici, fa sicuramente un certo effetto . 

Aggiungi un posto a tavola è un lavoro che non ha certo bisogno di presentazione. Possiamo soltanto evidenziare che l’allestimento che sta per prendere il via, per scelta concordata, cercherà di essere quanto più possibile fedele alla regia originale di Garinei & Giovannini. E toccherà a Gianluca Guidi curare attentamente questa versione sotto il profilo registico. Anche le scenografie rispetteranno il progetto originale, realizzato a suo tempo da Giulio Coltellacci. Il cast, come si diceva, è di grande spessore artistico: sarà lo stesso Gianluca Guidi a vestire i panni – anzi, la tonaca! – di Don Silvestro, mentre Emy Bergamo darà sicuramente vita a una superba Consolazione. Marco Simeoli avrà l’onere di interpretare il travolgente ruolo del Sindaco Crispino, mentre Beatrice Arnera vestirà i panni della romantica e istintiva Clementina. Piero Di Blasio ci regalerà tutta la simpatia di Toto, mentre Francesca Nunzi sarà la brillante Ortensia. E, last but non least, “la voce di lassù” sarà quella di Enzo Garinei!

Le musiche di Trovajoli verranno eseguite dal vivo, dall’orchestra diretta dal M° Maurizio Abeni .

Che dire?  I presupposti per uno spettacolo di grande successo ci sono tutti. E non dubitiamo che così sarà. Complimenti al Teatro Brancaccio e ad Alessandro Longobardi per questa scelta, coraggiosa e impegnativa, ma di alta qualità; e perciò meritevole di apprezzamento e stima, che di sicuro il pubblico romano non farà mancare. 

dal 12 ottobre al 26 novembre 2017

Teatro  Brancaccio – 

Via Merulana 244

Info:  06 80687231 e   www.teatrobrancaccio.it 

Salvatore Sciré

Giornalista e autore teatrale

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077