Lunedì, 09 Aprile 2018 09:37

Teatro Testaccio. “Pensione vendesi. NO agenzie”, prima assoluta di Salvatore Sciré. Dal 10 al 22 aprile

Scritto da

ROMA -  “Pensione vendesi! No agenzie” è una commedia scritta e diretta da Salvatore Sciré che debutta al teatro Testaccio di Roma in prima assoluta. Racconta di un certo Peppino, baby pensionato ed ex autista dell’ATAC, decide di mettere in vendita la sua pensione, per realizzare un suo antico sogno! L’annuncio pubblicato sul web, però, favorisce tutta una serie di equivoci: infatti, tutte le improbabili acquirenti che si presentano sono procaci fanciulle, mosse da ben altri intenti!!! 

Si sviluppa così una trama divertente e colorita, allo stesso tempo ricca di interessanti risvolti umani, ma anche di momenti esilaranti. Non mancano neppure inattesi colpi di scena, che sveleranno retroscena impensabili. In tutta la vicenda, Peppino viene coadiuvato da un vicino di casa, Aniceto (però, che razza di nome...),  e da Cesira, la portiera, che in fondo in fondo ha anche una certa simpatia per lui!

Alla fine, Peppino riuscirà comunque a realizzare il suo sogno segreto, però.... in tutt’altro modo! 

Questa è l’ultima commedia scritta da Salvatore Scirè. Per l’Autore ancora un’occasione per fare una satira impietosa e realistica della società odierna, ironizzando su usi, vezzi e costumi. Una commedia che ci fa sorridere e riflettere allo stesso tempo. 

TEATRO TESTACCIO 

Via Romolo Gessi 8 -  Roma (Testaccio) 

Info: tel. 06.5755482 

dal 10  al 22 aprile 2018

Correlati

labo.jpg

Cerca nel sito

Opinioni

Il corpo parla e può anche tradirci

Dal fondo della piazza non era possibile vedere bene la faccia di Mussolini affacciato al balcone di piazza Venezia durante le adunate oceaniche organizzate dal regime. Ma nei cinegiornali dell’epoca...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Così il cinema italiano ha raccontato l’Italia

Più di un  secolo di storia nazionale  in dodici indimenticabili  film  d’autore  Negli ultimi cento anni, il rapporto degli italiani con la politica, salvo lodevoli eccezioni come la guerra partigiana...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077