Martedì, 31 Luglio 2018 16:31

“Separati ma non troppo”: la famiglia supplizio e porto sicuro. Recensione

Scritto da

“Separati ma non troppo” è la traduzione italiana del più azzeccato titolo francese “Sous Le Même Toit” (Sotto lo stesso tetto) della commedia diretta da Dominique Farrugia.

Racconta di Yvan (Gilles Lelluche) e Delphine (Louise Bougoin) una coppia sposata da quindici anni e con due figli, stanca della routine e dei problemi che insorgono nell’arco di una lunga convivenza, quando lo stupore del nuovo cede il passo ai difetti del rapporto. Delphine comunica l’insoddisfazione al marito e gli chiede di aprire il loro menage a nuovi incontri. Lui, prendendola alla lettera, si concede un’avventura: come risultato lei lo caccia di casa e chiede il divorzio. Yvan, precario nel lavoro, non ha mezzi per pagarsi un alloggio. Dopo un periodo passato a elemosinare ospitalità presso amici o addirittura a dormire sulle panchine, Yvan chiede all’ex moglie di tornare sotto lo stesso tetto in ragione di quel 20% della casa che anche lui ha acquistato. Delphine è obbligata ad accettare e la loro forzata convivenza presto si trasforma in un inferno. Senza via d’uscita?

Ispirato a una realtà letta da Dominique Farrugia su un articolo di Libératon, che affermava come il 60% delle coppie parigine divorziate fosse obbligata a dividere le stesse mura a causa della mancanza di fondi, il film tocca un problema noto e diffuso, a prescindere dalle separazioni e dai divorzi: quello della difficoltà di rendere duratura una convivenza in cui ci si confronta e scontra in uno spazio fisico limitato e nella quale, almeno uno dei due, è dipendente economicamente. Tema interessante, che il titolo francese esalta, mentre meno riuscita è la sua traduzione. Il film però non esaudisce le attese e, con una sceneggiatura tesa a spiegare un problema più che narrarlo, letteraria soprattutto in bocca ai due giovanissimi figli, scivola via forzato e poco credibile, pur inframmezzato da momenti molto spassosi. Peccato perché gli attori sono bravi e l’intuizione socio-psicologica poteva creare un affresco sulla commedia umana di molte famiglie attuali. I palati non troppo esigenti vi possono tuttavia trovare spunti di riflessione, identificazione e divertimento.

  • Titolo originale: Sous Le Même Toit
  • Regia: Dominique Farrugia
  • Cast: Gilles Lellouche, Louise Bourgoin, Manu Payet, Marilou Berry, Julien Boisselier, Nicole Calfan, Marie-Anne Chazel
  • Genere: Commedia, Colore
  • Durata: 97 minuti
  • Produzione: Francia, 2017
  • Distribuzione: Europictures
  • Data di uscita: 13 settembre 2018
Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Malinconia

Come fiocco di neve inatteso... La malinconia cade dentro la finestra.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Capitana oh mia Capitana

Quando un giorno sentiremo cantare le onde del mare. Vedremo nella sua profondità le storie di vita di chi lo ha attraversato. 

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Andrea Camilleri, “contastorie” per sempre

Andrea Camilleri se ne è andato, a 94 anni,  mentre un suo racconto, l’ennesimo, era appena uscito in libreria e mentre si era appena spenta l’eco televisiva dell’ottava replica del...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Leggere i dati sull’economia. La storia dell’ESM raccontata dall’interno. Sovran…

Pochi giorni fa è stato diffuso dall’ESM, uno degli enti che è stato protagonista assoluto della storia economica contemporanea, un libro che ripercorre quanto avvenuto negli ultimi anni. Safeguarding the euro...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]