Domenica, 23 Settembre 2018 19:23

“L’uomo che uccise Don Chisciotte” di Terry Gilliam. Recensione

Scritto da

ROMA – Terry Gilliam, dopo venticinque anni, con “L’uomo che uccise Don Chisciotte” ha finalmente portato a compimento un sogno a lungo agognato, trasformatosi nella realizzazione nel corso dei decenni.

Quale sia stato il risultato finale, rispetto all’ambizione dell’inizio, non è possibile sapere. Unico membro americano degli indimenticabili Monty Python, Gilliam è diventato un regista che dei Monthy Python ha conservato un pizzico di quella sconclusionatezza – dove impera un eclettismo figurativo che attinge a cultura “alta” e “bassa” – che caratterizza tipicamente uno stile. 

“L’uomo che uccise Don Chisciotte” nelle sue intenzioni, da sue parole in conferenza stampa,  è il racconto del conflitto tra immaginazione e realtà: una dualità che è universale. Il film è uno sconclusionato avvicendarsi di avventure, immagini e riflessioni, il cui filo conduttore è Toby, regista di spot che si trova in Spagna per realizzare un soggetto legato al celebre personaggio. Toby incontra un gitano che vende DVD pirata che, per puro caso, gli offre la copia di una sua opera giovanile girata in un paesino spagnolo, nei cui abitanti l’avventura aveva creato illusioni e attese, il più delle volte non andate a buon fine. La descrizione sognante dei problemi di queste vite e dei loro risultati un po’ folli è l’ossatura del film. 

Il lungometraggio di Terry Gilliam, abbondante nelle fantasie, non raggiunge la sintesi chiara del messaggio. Resta vaga la domanda che la vicenda solleva: si può sopravvivere in un mondo votato al denaro, asservito al dominio dell’uomo sull’uomo, e soprattutto dell’uomo sulla donna? Potrebbe essere la conferma della lotta contro i mulini a vento ma il film non lo dice, come non lo dimostra il matrimonio di Terry Gilliam con una donna con la quale ha vissuto di certo molto più a lungo dei suoi stessi film. Dato reale che smentisce l’impossibilità dell’amore, anche quando non ha la perfezione del sogno.

  • DATA USCITA: 27 settembre 2018
  • GENEREAvventuraFantasy
  • ANNO2018
  • REGIATerry Gilliam
  • ATTORIAdam DriverJonathan PryceStellan SkarsgårdOlga KurylenkoJoana RibeiroJordi MollàJason WatkinsÓscar JaenadaSergi LópezRossy de Palma
  • PAESE: Spagna, Gran Bretagna, Francia, Portogallo
  • DURATA: 137 Min
  • DISTRIBUZIONE: M2 Pictures
Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Le parole

Le parole strumenti nelle nostre mani scritte ripetute vogliono essere comprese.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

La finestra dell'anima

C’è una finestra nell’anima mia m’affaccio per stupirmi nell’infinito rosso d’un tramonto che non esiste…..

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]