Domenica, 06 Gennaio 2019 12:48

Teatro Manzoni. “C’è sempre un’altra possibilità”, esilarante con belle canzoni. Recensione

Scritto da

ROMA – “C’è sempre un’altra possibilità”, con protagonisti noti quali Rita Forte e Pietro Longhi, è una commedia di Sam Bobrick sulla complessità sado-maso dei rapporti amorosi, in una contemporaneità che sempre più tende all’individualismo.

Racconta di Miriam, donna dominatrice la quale, venuta in contatto con Leonardo uomo arrendevole e indeciso, decide di farsi sposare, ovviamente tenendo in considerazione il miglioramento della propria situazione economica. Per raggiungere lo scopo Miriam non esita a usare i propri parenti e li insinua nella vita del malcapitato forzando la sua volontà. Leonardo innamorato succube si lascia schiavizzare traendone un piacere autolesionista ma, ciò non bastasse, arrivata al traguardo Miriam scopre di aver perso interesse nella relazione matrimoniale, ormai diventata monotona, perché il momento più interessante di un rapporto per lei è sempre stato quello in cui la preda maschile andava conquistata.

Al finale lo spettatore arriva dopo una serie di quadri movimentati, nei quali i bravi attori non protagonisti Antonia Di Francesco e Giuseppe Abramo indossano più di un ruolo. Commedia divertente, ricca di gag esilaranti, con una colonna sonora con motivi di Mina interpretati da Rita Forte, bravissima sia nel cantare sia nel recitare. La scenografia essenziale vivacizza con rapidi cambiamenti un’ambientazione nella quale il cast entra in azione in maniera affiata. Particolarmente azzeccate le mimiche di Giuseppe Abramo, che Lucia Mariani ha vestito con costumi esilaranti. 

Ma non c’è solo divertimento in questa riduzione, “C’è sempre un’altra possibilità” analizza i sentimenti, cangianti e fluidi, di un eterno vicendevole e contraddittorio inseguimento tipico di molte coppie il cui equilibrio non è brillante. Eppure lei, emblema della mantide, lui simbolo di chi si fa cannibalizzare, pur avendo molte ragioni per odiarsi non riescono mai a staccare definitivamente la spina. Come in realtà spesso accade: una realtà dove le proiezioni personali confondono il vero e il virtuale, con ironica sapienza per riderci sopra.

Teatro Manzoni (Via Monte Zebio 14/c-00195 Roma Tel.06/3223634, www.teatromanzoni.info, www.facebook.com/teatromanzoni.info/) dal 3 al 27 gennaio 2019. 

Orario spettacoli: dal martedì al venerdì ore 21, sabato ore 17-21. Domenica ore 17.30, lunedì riposo. Martedì 22 gennaio ore 19, giovedì 24 gennaio ore 17-21. Biglietto intero euro 25, ridotto euro 22.

TEATRO MANZONI

Via Monte Zebio 14/c- 00195 Roma tel. 06.3223634 www.teatromanzoni.info  

Fino al 27 gennaio 2019

Centro teatrale artigiano 

Pietro Longhi            Rita Forte

in  

 C’E’ SEMPRE UN’ALTRA POSSIBILITA’

di Sam Bobrick 

con 

Antonia Di Francesco            Giuseppe Abramo

scene lollozolloart costumi Lucia Mariani

 

 Regia  

Maria Cristina Gionta  

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Europa

Resisti mia bella Europa verdeggiante culla dei secoli.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

La ruota della vita

Si cresce e dentro si muore Si grida e nessuno ci ascolta.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Fertilità. L’orologio biologico non segue i nostri comodi

Convegno Rotary con il dottor  Alberto Vaiarelli, specialista di medicina della riproduzione, fondatore di ”Idee fertili”

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Cannes Classic 72. Moulin rouge, Toulouse Lautrec secondo John Huston

CANNES - E’ un film del 1953, da non confondere con l’omonimo girato nel 2001 dall’australiano  Baz Luhrmann.  E’ la vita di Toulouse-Lautrec, il pittore francese che una caduta da...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]