Martedì, 30 Aprile 2019 11:11

Dedicato alla scuole: "La mia seconda volta" al Cinema Palma di Trevignano Romano

Scritto da

A Trevignano Romano c'è un cinema - o meglio "il cinema" - la cui notorietà va ben oltre i confini della provincia, per la sua programmazione intelligente e colta.

E' il Cinema Palma, che vanta una storia lunga 80 anni (che sarà oggetto di un prossimo approfondimento) in festeggiamento quest'anno con numerosi eventi, culturali, conviviali, cinematografici, tutti sempre estremamente coinvolgenti.

Questa sorta di istituzione culturale del piccolo borgo affacciato sulle rive del Lago di Bracciano è a conduzione famigliare, nel senso più positivo del termine: avviata negli anni '40 dal nonno Fabio, è poi proseguita senza soluzione di continuità con il figlio Fernando, il nipote Fabio che lo segue tuttora affiancato dalla moglie Stefania e dal figlio Francesco con la giovane moglie. Tutti insieme appassionatamente, verrebbe spontaneo dire. Perché ciascuno svolge un ruolo e tutti insieme creano sintonia ed armonia.

All'usuale programmazione (4 film a settimana la cui proiezione è alternata in due sale e in orari differenti) il Cinema Palma affianca numerosi fuori programma ed eventi con la partecipazione di interpeti ed autori. E' questo il caso di "La mia seconda volta", film da poco nelle sale e proiettato qualche giorno fa alla presenza del regista, il romano Alberto Gelpi, del produttore ed attore Simone Riccioni (che nel film interpreta Davide) e della giovane attrice Beatrice Olla, di Trevignano Romano.

 "La mia seconda volta" è ispirato ad una storia purtroppo verissima, quella di Giorgia Benusiglio cui la prima (ed unica) mezza pasticca di ecstasy è costata un lungo coma ed un trapianto di fegato. Giorgia è oggi testimone vivente - è il caso di dirlo - dei rischi e delle insidie della droga.

Nonostante la drammaticità del tema il film narra in maniera leggera e delicata gioie, speranze, sofferenze, dolori, timori ed errori di una ragazza che frequenta il liceo artistico e vuole semplicemente "vivere" senza lesinare alcuna esperienza in attesa di un futuro che già immagina radioso. Una produzione giovane, con attori giovani dedicata ai giovani di cui parla il linguaggio.

In linea con la propria vocazione "cultural-sociale" da giovedì 2 maggio il Cinema Palma ha nuovamente in programmazione il film, con numerosi matinee e proiezioni didattiche dedicate alle scuole. Le classi che desiderano fare richiesta di partecipazione possono telefonare al numero 06 9999014 o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Le donne e il tempo

Si apre il sipario del tempo

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Libri. “Note a margine”, una porta schiusa sulla scuola

Note a margine non è un romanzo, né una semplice raccolta di racconti. Non è un testo soltanto narrativo o espressivo, informativo o descrittivo.

Anna Trattelli - avatar Anna Trattelli

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, insieme per sviluppare  un vaccino contro il Coronavirus

Takis ed Evvivax, due aziende di Biotecnologie presenti nel parco scientifico di Castel Romano, Roma hanno annunciato il loro impegno per lo sviluppo di vaccini innovativi contro il 2019-nCoV, il...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]