Lunedì, 10 Agosto 2020 09:43

“Per Bacco”: buonumore e allegria tra vino ed ebbrezza

Scritto da

Dopo il consenso dello spettacolo “Per Bacco”, andato in scena il 5 agosto presso il Circolo della Pipa di Roma nel giardino della cinquecentesca “Casina di Raffaello”, Sara Ricci beniamina del piccolo schermo italiano fa il bis di applausi presso Casarsa della Delizia nell’ambito della premiazione enologica “Filari di Bolle 2020”. 

Una pièce che nasce da un’idea stessa dell’attrice: un divertissement sul vino che gioca sui termini tecnici dell’enologia e divaga amabilmente sugli effetti del vino in maniera colta e sagace. Dalla regia di Guido Paternesi - assente per motivi personali - si discosta con l’aggiunta di vera e propria improvvisazione, che rende lo spettacolo più fresco e coinvolgente per il pubblico, pur nel rispetto del canovaccio originale. Lo spettacolo dedicato al vino si snoda attorno a una scena iniziale: una “prova da sommelier” cui deve sottoporsi una bella donna inesperta – una validissima Sara Ricci - esaminata da un accattivante Daniele Catini, che trasforma l’esame in un banco di prova per le sue arti seduttive.

E da questo iniziale test da sommelier si divaga sul vino, sulla poesia e l’amore tra canti e balli nello stile dell’avanspettacolo con vere e proprie scene tratte dall’opera dei più svariati autori italiani e internazionali; si annovera il celebre dialogo di Aldo Palazzeschi: “Visita alla contessa Eva Pizzardini Ba”  riadattato in chiave enologica con un sorprendente finale frizzantino. Saltano subito all’occhio la complicità dei due attori e la loro abilità nel superare insieme ogni difficoltà: dallo spaziare velocemente da un testo all’altro al rispetto dei tempi musicali. Fondamentale è il ruolo di Sara Ricci nel dettare i tempi come un vero e proprio regista in scena, senza nessuna ricaduta sulla sua performance attoriale, che tante risate ha strappato al pubblico. 

«Una vera e propria scoperta è stata l’attore e regista Daniele Catini – dichiara l’attrice - che è subentrato all’ultimo in questo ruolo, riuscendo in poco tempo a farlo suo».  Spicca, infatti, Daniele Catini, che diverte con le sue gag e stupisce per i suoi passi di danza sciolti e suadenti.

Da brivido l’interpretazione di Sara Ricci de “Il valzer della toppa” scritto da Pier Paolo Pasolini, che riecheggia la celebre interpretazione di Gabriella Ferri. Dalla commozione si passa subito al riso sagace con Trilussa per ridere insieme: ebbri di vita, di vino, di gioia. 

Correlati

Cerca nel sito

Poesia

L'importanza dell'anima

Ho provato a immaginare l’anima

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Quando il laboratorio scientifico diventa "l'armeria del commerciale"

Intervista a Serlio Selli, direttore del laboratorio di Cromatos, l'azienda che colora il nostro vivere quotidiano 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]