Domenica, 09 Ottobre 2011 19:49

“Jane Eyre”: splendido adattamento con Michael Fassbender. Recensione. Trailer

Scritto da

ROMA - Jane Eyre, romanzo pubblicato nel 1847, è il capolavoro della scrittrice inglese Charlotte Brontë. La storia, che molti già conoscono, è imperniata intorno a Jane, orfana di genitori,  provata da un’ infanzia di vessazioni, ma dotata di grande forza interiore, intelligenza, equilibrio, integrità, passione.  Affrancatasi da un collegio-carcere Jane debutta in società come governante, si scontra con l’amore e le sue regole sociali, ingaggiando una lotta impari col destino. Jane è una donna colta che esige rispetto,  rarità all’epoca e non comune oggi.

 

 




“Jane Eyre” dal 1910 al 1996 ha avuto 18 versioni cinematografiche. Le più celebri sono quella del 1944 con Joan Fontaine e Orson Welles e quella del 1995, firmata da Franco Zeffirelli, con Charlotte Gainsbourgh e William Hurt. Nello splendido adattamento di Fukunaga, con accurata ricostruzione ambientale, accurata scenografia e costumi, la protagonista, interpretata da Mia Wasikowska è un personaggio moderno.  Qualche critico ha obiettato che la versione di  Cary Fukunaga accelerando e schematizzando le tappe dell’innamoramento di Jane e Mr. Rochester, violasse lo spirito dell’epoca e del romanzo. Il risultato, a mio parere, è invece uno scavo approfondito di ciò che nel tumulto sentimentale dell’eroina è al di là del suo tempo. “Vorrei vivere una vita d’azione come un uomo” dice Jane reclamando un ruolo non di spettatrice o subordinata, e  nei fatti  non lo era.


Michael Fassbender, reduce dalla Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile a Venezia, inutile dirlo,  è molto affascinante, anche se invecchiato da irsuti basettoni e barba.   L’accoglienza tiepida dei critici a questo film può essere dovuta anche al fatto che molti hanno assistito a parecchie versioni. Il mio consiglio è di vederlo, ne vale la pena.



Titolo Originale: JANE EYRE
Regia: Cary Fukunaga
Interpreti: Mia Wasikowska, Michael Fassbender, Jamie Bell, Imogen Poots, Judi Dench, Sally Hawkins, Jayne Wisener, Sophie Ward, Tamzin Merchant, Simon McBurney, Harry Lloyd, Holliday Grainger, Emily Haigh, Rosie Cavaliero
Durata: h 2.00
Nazionalità:  Gran Bretagna 2011 
Genere: sentimentale
Al cinema nell'Ottobre 2011



Jane Eyre – Trailer italiano

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Le parole

Le parole strumenti nelle nostre mani scritte ripetute vogliono essere comprese.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

La finestra dell'anima

C’è una finestra nell’anima mia m’affaccio per stupirmi nell’infinito rosso d’un tramonto che non esiste…..

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]