Mercoledì, 16 Novembre 2011 13:24

‘Relazioni pericolose’ al Teatro Vascello

Scritto da

ROMA - Da domani 17 al 20 novembre sul palcoscenico del Teatro Vascello di Monteverde si danza sulle ‘note letterarie’ di Choderlos de Laclos. La Compagnia Excursus, guidata dalla direzione artistica di Ricky Bonavita e di Theodor Rawyler, prosegue l’iniziativa Stagione Danza 2011-2012 del Vascello che sta avendo un ottima risposta da parte del pubblico romano.



Il titolo ‘Liasons’ e il sottotitolo ‘…relazioni pericolose’, già illustrano la provenienza romanzesca trasposta in opera di danza.

Il movimento dei ballerini in scena racconta i rapporti coscienti ed inconsci che intercorrono tra i vari personaggi e la dialettica feroce che li trascina sino alla tragedia. Gli spettatori conoscendo l’opera, anche per l’ottima trasposizione cinematografica di Stephen Frears, potranno seguire lo spettacolo e l’avvicendarsi delle complicate passioni che travolgono i personaggi, anche quelli convinti di potere dominare con la ragione i propri affetti. Un gioco di seduzione dove ideali romantici, interessi materiali, sadica sopraffazione, vendette, odio, innamoramento e amore sono portati alle estreme conseguenze.

In questa opera di danza i protagonisti danno movimento a tutta la gamma degli affetti umani dalla purezza alla perversità e rappresentano l’irrazionale umano, nascosto dietro le maschere esteriori, che alla fine prende sempre il sopravvento sulla insignificante ragione convinta di poter controllare l’incontrollabile passione.

Nella presentazione leggiamo che ‘Liaisons’: “rappresenta un punto di passaggio, di un ciclo di produzioni dedicate altresì all’interazione fra coreografia e scenografia multimediale e all’esplorazione di strutture narrative attraverso la creazione coreografica. La valorizzazione dell’interprete come danzatore-attore, si accompagna all’interazione fra coreografia, colonna sonora e scenografia multimediale, che raccoglie la suggestione di fasti settecenteschi.”

La Compagnia Excursus è stata fondata nel ’94 dai coreografi Ricki Bonavita e Theodor Rawyler costruendosi in questi 17 anni una propria identità che si distingue per dinamismo e vivacità.

Bonavita ha anche lavorato come danzatore solista con numerose compagnie italiane, partecipando a varie tournée in Italia, in Europa, Asia, Nord e Sud America e Australia.

Nel 1988 ha iniziato ad occuparsi di coreografia, vincendo il primo premio al Concorso Singolari di Danza ’88 indetto dal Teatro Spaziozero di Roma. Tale attività è proseguita negli anni successivi, collaborando come coreografo ospite in molte strutture italiane, continuando altresì la sua attività di danzatore e fondando nel ‘94 la propria compagnia.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Verso l'eternità

Prigionieri nei limiti del tempo  accettiamo la vita  con l’angoscia  che tutto è temporale  non eterno. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contr…

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contrastare il Covid-19

Nei laboratori arrivano nuovi strumenti per il controllo e il monitoraggio del Coronavirus 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

“Ma forse sono io che faccio parte di una razza, in estinzione.” (G. Gaber) 

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]