Venerdì, 15 Ottobre 2010 14:22

Cattivissimo me. Un film di cui ci si innamora

Scritto da

ROMA - Con i minions così soffici, paffuti, gialli, dediti all'azione e dalla voce incomprensibile.

Con Agnes, le sue guance morbide, le parole sussurrate che ti stringono il cuore, e le premurose sorelline che gli corrono appresso. Con Gru, il cattivo che vorresti avere come vicino di casa, con i suoi trucchetti, la sua macchina che invidierebbe anche Batman, i suoi piani malefici, e il volere inconscio di essere un buon padre. "Cattivissimo me" oltrepassa il muro di facciata (sembrava un film confezionato per i minions, e basta), per mostrarci come dietro questo muro ci sia qualcosa di concreto per cui valga la pena esistere ed assimilare fantasia sotto forma di cartoni animati. Infatti non ci sono solo le missioni di Gru contro l'alterego giovanile Vector, o gli stacchi-intermezzi con quegli omini gialli che sin dal trailer catturano l'attenzione verso di se;  Chris Renaud e Pierre Coffin, bravvisimi, badando al sodo, si spingono oltre, soprattutto verso direzioni sociali attuali, parlando di affidamento, adozione & raccomandazioni. Confezionano un'opera completa e leggera che arrivi al punto, non annoiando mai nei vari raccordi narrativo-visivi. Momenti memorabili, dalla scena del Luna Park, all'assalto di casa Vector; squali tenaci a prova di vetro antiproiettile, la statua della libertà rubata (ma è solo quella di Las Vegas), una piramide gonfiabile nel caldo Egitto, il racconto della buonanotte e la favola dei tre gattini. Una sequela interminabile di sequenze che non vogliono smetterla di ronzarti nella testa. Per bambini. Per adulti. Per chi ha voglia di sentirsi cattivo dentro (va molto di moda ultimamente), e poi riscoprire che in realtà la cattiveria è una minima parte di ingestibili segreti che portiamo dentro di noi. Cattivissimi noi, difatti, forse è giunto il giorno di svelare quei segreti.


Trailer fornito da Filmtrailer.com

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Terra poesia dei sensi

Ogni angolo di terra è poesia per gli occhi.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

El Mimo

Mimo la protesta colorata di sogni di riscossa

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]