Giovedì, 19 Gennaio 2012 13:52

“L'ora nera”. Anche per lo spettatore. Recensione. Trailer

Scritto da

ROMA - Un giovane programmatore di software ed il suo amico-assistente si recano a Mosca per concludere un contratto che potrebbe cambiarne la vita, ma il partner russo ha pensato bene di rubare loro il progetto e lasciarli a mani vuote. Tuttavia questo piccolo "dramma" si rivelerà essere l'ultimo dei problemi.

 

 

Durante la notte infatti, strane fiammelle scendono lentamente dalla volta celeste fino a depositarsi lentamente al suolo. "Fiori del cielo" se vogliamo prendere in prestito una definizione tratta da un film di George Romero. In realtà c'è ben poco di romantico: un poliziotto intento a capire cosa stia succedendo muore all'istante. In pochi minuti si delinea una vera strage ed inizia una strenua (ed impari) lotta per la sopravvivenza contro quelle che appaiono essere forze aliene.

Un bel punto di forza del film (purtroppo uno dei pochissimi) è rappresentato proprio dalle uccisioni. Senza che si veda neanche una goccia di sangue le persone vengono letteralmente polverizzate. Del resto: "polvere sei e polvere ritornerai". Sono scene abbastanza inquietanti poichè danno l'idea dell'annientamento, del Nulla che avanza. Sebbene sia costato 40 milioni di dollari la trama e la "bizzarria" dei nemici sarebbero tipiche di un b-movie. A tal proposito il film potrebbe giocarsi una carta importante: quella dell'ironia (anche auto-diretta). Decide invece di non farlo restando nell' ambito più conosciuto e rassicurante del classico film d'azione. Alcuni passaggi narrativi fanno un po' storcere il naso ma il vero problema è che i personaggi non sono stereotipati, sono semplicemente incolore. Gli attori non aiutano di certo ed anzi la recitazione costituisce forse in assoluto il punto più debole. Con la visualizzazione dei mostri si dissipa poi qualsiasi possibile angoscia. Nella parte conclusiva più che di "Ora nera" si potrebbe parlare di venti minuti di buio, dato che la trama procede senza guizzi verso un finale privo di trovate narrative illuminanti. Peccato.

  • USCITA AL CINEMA: 20/01/12
  • REGIA: Chris Gorak
  • SCENEGGIATURA: Jon Spaihts
  • ATTORI: Emile Hirsch, Max Minghella, Olivia Thirlby, Rachael Taylor
  • FOTOGRAFIA: Scott Kevan
  • MUSICHE: Tyler Bates
  • PAESE: USA
  • GENERE: Fantascienza/Azione
  • DURATA: 89 Minuti



L’ora nera - Trailer

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La finestra dell'anima

C’è una finestra nell’anima mia m’affaccio per stupirmi nell’infinito rosso d’un tramonto che non esiste…..

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Prima edizione di “Sinfonia d’impresa”, dedicata a Glauco Dei

MONTEPULCIANO - Il 22 settembre alle Cantine Dei di Montepulciano si è svolta la prima edizione di Sinfonia d'Impresa dedicata all'ingegner Glauco Dei, un industriale che ha saputo coniugare cultura...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]