Domenica, 19 Febbraio 2012 09:28

Berlinale 62. Vinciamo dopo 21 anni grazie ai detenuti. Tutti i premi. Video

Scritto da

BERLINO (corrispondente) – Grande soddisfazione per la vittoria italiana che arriva dopo 21 anni. Paolo Taviani ha così commentato l’Orso d’oro a “Cesare deve morire”, interamente girato con gli ospiti  ed ex ospiti del carcere di Rebibbia:  “Recitando Shakespeare questi detenuti sono tornati per pochi giorni a rivivere e a loro va il nostro saluto!”

E suo fratello Vittorio: “Mentre noi siamo qui tra mille luci nell'allegria dei premi, loro sono nelle loro celle”.  Poi fa i nomi dei carcerati a cui dedicano l'Orso d'oro:  Flavio, Cosimo, Salvatore, Zaza' , Giovanni, Antonio, Francesco, Fazione…
Se la stampa italiana a Berlino aveva  auspicato – e non per ragioni di bandiera che farebbero torto al valore dell’opera – il massimo  premio per il film dei fratelli Taviani “Cesare deve morire”, i giornali tedeschi,  Berliner Zeitung in testa, avevano dato quasi certa al film ungherese “Just  the Wind” di Benedek Fliegauf la conquista dell’Orso d’oro della 62ma edizione della Berlinale.
“Just  the Wind”,  ha invece vinto l’Orso d’argento gran premio della giuria. “Just the wind” racconta una storia che si basa su eventi realmente accaduti, ricostruendo  il molteplice sguardo di una famiglia rumena di Rom,  che vive   sprofondata nel terrore dopo il massacro a sfondo razziale perpetrato nel loro villaggio in Ungheria. La passione si respira come aria nell'atmosfera. Un nuovo giorno nel villaggio ungherese dove le famiglie Rom, vivono vicine ai loro stessi assassini, dei quali ci si dimentica in fretta, perché   nessuno ha visto o sentito niente. Una storia raccontata senza pathos e senza cadere nel thriller  psicologico, con piccoli dettagli: il razzismo nella vita quotidiana dei Rom, l'impossibilità ad agire, l'impotenza che si trasforma in  rabbia. Un mondo di paura e sentimento senza la vista del sangue. Quest’anno alla Berlinale, sono stati premiati  l’impegno e i temi sociali. Ma ecco ad uno ad uno tutti gli Orsi:


ORSO D'ORO AL MIGLIOR FILM
Cesare deve morire di Paolo & Vittorio Taviani (Italia)

JURY GRAND PRIX - ORSO D'ARGENTO
Csak a szél (Just The Wind) di Bence Fliegauf (Ungheria, Germania, Francia)

ORSO D'ARGENTO - MIGLIORE REGIA
Christian Petzold per Barbara (Germania)

ORSO D'ARGENTO - MIGLIORE ATTRICE
Rachel Mwanza in Rebelle (War Witch) di Kim Nguyen (Canada)

ORSO D'ARGENTO - MIGLIOR ATTORE
Mikkel Boe Følsgaard in A Royal Affair di Nikolaj Arcel (Danimarca, Svezia, Repubblica Ceca, Germania)

ORSO D'ARGENTO - MIGLIOR CONTRIBUTO ARTISTICO
Lutz Reitemeier DOP di White Deer Plain di Wang Quan'an (Cina)

ORSO D'ARGENTO - MIGLIORE SCENEGGIATURA
Nikolaj Arcel e Rasmus Heisterberg per A Royal Affair di Nikolaj Arcel (Danimarca, Svezia, Repubblica Ceca, Germania)

ALFRED BAUER PRIZE IN MEMORIA DEL FONDATORE DEL FESTIVAL PER UN'OPERA INNOVATIVA
Tabù di Miguel Gomes (Portogallo)

PREMIO SPECIALE - ORSO D'ARGENTO
L'enfant d'en haut (Sister) di Ursula Meier (Francia, Svizzera)


Cesare deve morire - video

Correlati

Cerca nel sito

Poesia

Ragazza di vita

Bellissima...  abitava nel suo corpo puro ma in egual tempo ingombrante nella sua sensuale pienezza. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

“Ti ho visto negli occhi”. Il rapimento di Anna Bulgari e Giorgio Calissoni …

“Ti ho visto negli occhi”. Il rapimento di Anna Bulgari e Giorgio Calissoni in un docu-crime di denuncia

Un racconto dettagliato di eccezionale impatto emotivo  rivissuto  dai suoi protagonisti  

Elisabetta Castiglioni - avatar Elisabetta Castiglioni

Cinghiali in città. Intervista allo zoologo Luca Giardini

Cinghiali in città. Intervista allo zoologo Luca Giardini

ROMA – I recenti dibattiti apparsi sui media e social-media per la soppressione di alcuni cinghiali avvenuta quasi nel cuore di Roma, hanno riacceso l’attenzione sulla coesistenza tra uomo e...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Sport

E se fosse l'anno buono della Roma?

E se fosse l'anno buono della Roma?

Ad inizio campionato non era ritenuta tra le favorite per la lotta allo scudetto.

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]ews.it