1111.jpg

 

Festival di Cannes

CANNES – Sempre più i festival si fanno promotori dei giovani talenti. Come accade anche alla Mostra di Venezia, gli studenti di cinema hanno un punto di riferimento per lanciare le loro opere. 

Venerdì, 26 Maggio 2017 15:25

Cannes 70. Un « Rodin » interessante e intimo

Scritto da

CANNES - Un  uomo e un artista  interessato alla sensualità della donna. L’ha  celebrata e  gli ha reso omaggio  togliendole lo stereotipo  di persona addomesticata :  a riconoscerlo  sono state per prime   le femministe della sua epoca.  Questo è Auguste Rodin  portato al Festival di Cannes dal regista francese Jacques Doillon , che  ci regala un’opera interessante e intima. 

CANNES - Tra un red carpet e l’altro, tra una sfilata di stelline e un allarme bomba, al Festival di Cannes si è parlato del futuro del cinema. Ha aperto il dibattito il presidente della giuria Pedro Almodovar, il delizioso regista spagnolo  che ha sorpreso tutti dicendosi contrario a dare un premio ad un film (e ce ne erano due in concorso) che non saranno mai proiettati nelle sale cinematografiche.

CANNES. « Non saremo schiavi »,  grido disperato ed eloquente degli studenti dai banchi  dell’ Università di Bologna, apre il film italiano  « Après la guerre»,  « Dopo la Guerra », esordio di Annarita Zambrano,   in concorso a Cannes nella Sezione « Un Certain Regard ». 

CANNES - I francesi sono sempre stati grandi ammiratori di Michelangelo Antonioni. Il suo Blow Up, che è del 1966, fu premiato sulla Croisette l’anno dopo con la Palma d’oro, che allora si chiamava ancora Grand prix.

CANNES - “Devo tutto al cinema italiano”. Accolto al festival di Cannes come la celebrità del cinema internazionale che è, e non poteva essere altrimenti, Clint Eastwood ha suscitato entusiasmo fra i fan ricordando Sergio Leone.

CANNES -  « Fortunata » è una delle rare pellicole italiane in concorso a Cannes nella  prestigiosa sezione « Un Certain regard » .  Ritratto di una donna di borgata, interpretata da Jasmine Trinca, sesto film di  Sergio Castellito,  sceneggiato da  Margaret Mazzantini,  che riporta al cinema la  periferia  pasoliniana. 

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Opinioni

La “bella guagliona” di Bolzano che merita “Otto e mezzo”

La Sette è riconosciuta come il terzo polo televisivo italiano nel campo generalista. Il successo che le sta arridendo non è dovuto a programmi di facile ascolto e di resa...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

C’è un’alternativa nel trattamento dei rifiuti di cui non parla nessuno

Si tratta della la gassificazione al plasma, ovvero “del plasma o assistita dal plasma”, che può essere utilizzata per convertire materiali contenenti carbonio in gas di sintesi per generare energia...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077