1111.jpg

 

Venerdì, 21 Aprile 2017 18:08

Cannes 70. Uma Thurman presiede “Un certain regard”

Scritto da

CANNES - Uma Thurman, membro della Giuria internazionale di Cannes nel 2011, torna sulla Croisette come presidente di Un Certain Regard, ovvero Un certo sguardo, sezione parallela al Concorso ufficiale che premia i cineasti più audaci e meno affermati.

Chi non ricorda la Thurman diciassettenne, balzata all’attenzione del pubblico grazie a “Le relazioni pericolose”, seducente pellicola di Stephen Fears; poi protagonista di Pulp Fiction di Quentin Tarantino, film che nel 1994 vinse la Palma d’oro a Cannes? La sua carriera, iniziata alla fine degli anni ’80 è continuata sotto l’egida dei più grandi registi come Terry Gillian, Philip Kaufman, Gus Van Sant, Woody Allen, James Ivory, Lars  Von Trier.

Americana, classe 1970. Modella e attrice. La Thurman è madre di tre figli E’ stata sposata con Gary Oldman dal 1990 al 1992. Nel 1998 con Ethan Hawke, da cui ha avuto due bambini e ha divorziato nel 2005. Dal 2007 al 2014 è stata legata al finanziere francese Arpad Busson, dal quale ha una bimba che oggi ha cinque anni. Uma Thurman, nel 2011 portavoce dell’Human Rights Campaign, è nota per il sostegno ai diritti degli omosessuali ed è favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Questi i film sui quali sarà chiamata a decidere la giuria di cui è presidente:

  • Barbara – Mathieu Amalric (film d’apertura) (Francia)
  • The Desert Bride (La novia del desierto) – Cecilia Atan & Valeria Pivato (Argentina)
  • Closeness (Tesnota) – Kantemir Balagov (Russia)
  • La Belle et la meute – Kaouther Ben Hania (Tunisia/Francia/Svezia/Norvegia/Libano/Svizzera)
  • L’Atelier – Laurent Cantet (Francia)
  • Fortunata – Sergio Castellitto (Italia)
  • Las hijas de Abril – Michel Franco (México)
  • Western – Valeska Grisebach (Germania/Bulgaria/Austria)
  • Directions – Stephan Komandarev (Bulgaria/Germania/Macedonia)
  • Out – Gyorgy Kristof (Slovacchia/Lettonia/Repubblica Ceca/Ungheria/Francia)
  • Before We Vanish (Sanpo suru shinryakusha) – Kiyoshi Kurosawa (Giappone)
  • En attendant les hirondelles – Karim Moussaoui (Francia/Germania/Algeria)
  • Dregs (Lerd) – Mohammad Rasoulof (Iran)
  • Jeune femme – Léonor Serraille (Francia/Belgio)
  • Wind River – Taylor Sheridan (Stati Uniti)
  • Dopo la guerra – Annarita Zambrano (Francia/Italia)
Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

La Magia del Coaching e l’Expecto Patronum!

Facendo seguito ad una serie di considerazioni lette sulle riviste, fatte da alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, indicative di tanta confusione sul contesto del coaching, colgo questa occasione come...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Alda Merini. La straordinaria avventura del Bacchelli, un vitalizio meritato

 Alda Merini si è spenta, a settantotto anni, il primo novembre 2009. Ha avuto funerali di Stato con camera ardente in Duomo. La sua tomba è nel cimitero monumentale di...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077