Martedì, 10 Ottobre 2017 21:21

Roma Film Fest 2017. Infinity celebra “Borotalco” in versione restaurata

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Era il 1982 quando uscì nelle sale Borotalco, capolavoro della cinematografia del regista e attoreCarlo Verdone che ha fatto la storia del nostro cinema.

Dopo 35 anni, Infinity, in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà e il Centro Sperimentale di Cinematografia, celebra la famosa pellicola in versione restaurata nell'importante cornice della Festa del Cinema di Roma, giunta alla sua dodicesima edizione. Il pubblico potrà godere anche della versione restaurata di Sacco e Vanzetti di Giuliano Montaldo, Dillinger è morto di Marco Ferreri  e Miseria e nobiltà di Mario Mattoli.



Oltre a essere uno dei suoi film più famosi e citati, Borotalco, opera terza diVerdone,  rappresenta per lui un importante punto di svolta.
In primis perché registra l’abbandono della struttura a episodi in favore di una sola linea di racconto in cui l’attore e regista recita, per la prima volta, nei panni di un solo personaggio. In Borotalco si delinea quell’irresistibile mix di comicità e malinconia, archetipo narrativo di tutto il Verdone che verrà.

L’autore affida l’elemento più ridanciano dell’opera al parterre dei caratteristi (l’irresistibile guitto Manuel Fantoni interpretato dal compianto Angelo Infanti e il Mario Brega dell’immortale scena delle “olive greche”) per restituirci attraverso quest’uomo qualunque  un’istantanea per nulla scontata dell'Italia dei primi anni ‘80, e una ricostruzione realistica dei sentimenti dei giovani di allora e di una certa epoca poi detta, talvolta anche gratuitamente, del “riflusso”.
Insieme a Carlo Verdone e ai già citati Angelo Infanti e Mario Brega impossibile non menzionare l'intero cast: Eleonora Giorgi, Christian De Sica, Enrico Papa, Roberta Manfredi.

ABOUT INFINITY:

Infinity è il primo servizio di video streaming on demand con un catalogo di oltre 6000 film, serie tv e cartoni animati anche in Super HD e in lingua originale, da vedere e rivedere senza vincoli di orari e palinsesti su centinaia di dispositivi abilitati: Smart TV, PC, Tablet, Smartphone, Chromecast, game console, decoder connessi e blue-ray. La piattaforma consente di effettuare il download di film e serie su PC, Smartphone e Tablet e di guardarli ovunque e in qualsiasi momento, anche in assenza di connessione internet.

Per accedere ai contenuti disponibili su Infinity bastano una connessione a banda larga e un dispositivo abilitato. Infinity propone un’offerta che consente di usufruire di un periodo di prova gratuita di 30 giorni nei quali poter guardare liberamente tutto ciò che si desidera. La sottoscrizione, a soli 7,99 €, non prevede costi di attivazione e non comporta alcun vincolo temporale; ogni mese è possibile scegliere liberamente se continuare a usufruire del servizio oppure disdirlo in maniera semplice e del tutto gratuita.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

Poesia

Miserere (l'umanità degli ultimi)

Ho visto un uomo rovistare tra i cassonetti Le mani colorate di miseria 

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

L'anima oziosa

Nell’anima mia infingarda si annida insaziabile l’orda sfrenata dei desideri.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

L'angolo dei classici

Opinioni

Cambiamenti climatici: le soluzioni di Paul Hawken, padre del capitalismo natura…

La coperta delle risorse naturali è corta e il benessere dell’umanità è minacciato dal riscaldamento del clima; per fortuna abbiamo già a portata di mano tutti gli strumenti necessari per...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

La vittoria sulla paura: vincere contro il cancro si può

Sul mare di Bari  al  2° Trofeo Nazionale “LILT di Dragon Boat tenutosi  il 22 e 23 settembre vince l’equipaggio in rosa delle  Pink Butterfly dell’associazione Pagaie Rosa dragon boat...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077