Venerdì, 19 Ottobre 2018 07:48

Festa Cinema Roma. Selezione ufficiale e Alice partono con film a tinte forti

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - “Bad times at the El Royale” - la traduzione italiana non è letterale e suona “7 sconosciuti a El Royale” - ha dato il via alla tredicesima edizione della Festa del Cinema di Roma. Regista Drew Goddard, cast di grandi nomi quali Jeff Bridges, Jon Hamm, Dakota Johnson e Chris Hemsworth, atmosfere noir e surreali.

“Bad times at the El Royale” è ambientato nel 1969, in un albergo enigmatico e strano, dove sette clienti vengono a soggiornare. Nessuno è ciò che dice, tutti hanno un passato da nascondere e covano una frustrazione violenta . Il regista Drew Goddard ha ammesso che l’influenza di Tarantino su di lui è stata enorme e considera i Coen tra i più grandi della storia del cinema. Il film infatti echeggia le atmosfere dei due insigni colleghi e racconta la violenza insita nella società del nostro tempo dove maschilismo, sessismo e razzismo sono uguali a quelli di cinquant’anni fa. 

Alice nella città, la sezione dedicata ai ragazzi, ha presentato quale primo film un’opera israeliana molto drammatica di Aviad Givon: “Broken mirrors” Racconta di Ariella, una ragazzina ribelle, figlia di un ufficiale autoritario. Un giorno Ariella, in automobile con sua madre e sua sorella, chiede di guidare senza averne esperienza e un incidente da lei causato sarà fatale a una persona cara, lasciandole dentro un senso di colpa distruttivo. Un viaggio attraverso gli errori suoi e dei suoi familiari avrà il ritmo del dramma psicologico, del thriller pieno d’incognite e suspense. La giovane protagonista, Shira Haas, è bravissima.

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Poesia

Assolo

Amo quelli che non rinunciano ai propri sogni. Quelli che si rialzano sempre, anche quando si sentono a terra.

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

L'angolo dei classici

Opinioni

Amos Oz. In memoria

Esiste un luogo della parola che ha a che fare con la profezia: quel potere onirico che la scrittura sprigiona quando diviene impronta della storia e, al tempo stesso, visione...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Rizzoli. “Le mie risposte alle grandi domande” di Stephen Hawking. Recensione

“Le mie risposte alle grandi domande” di Stephen Hawking edito da Rizzoli (pagg. 199 euro 17,00) e uscito pochi mesi dopo la sua morte, avvenuta il 14 marzo scorso, con...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077