Mercoledì, 30 Ottobre 2019 09:20

Festa cinema Roma 14. Alice nella città. Alessandro Siani augura “Il giorno più bello del mondo”

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - “ll giorno più bello del mondo” di Alessandro Siani ha concluso “Alice nella città” - la sezione indipendente e contemporanea alla Festa del cinema di Roma creata per i giovanissimi (ma non solo) - con un tocco di commozione, commedia e magia.

Con la produzione di Buonaluna e Bartleby Film la pellicola - che uscirà in Italia in 600 sale il 31 ottobre con Vision Distribution, che ha per attori anche i giovanissimi Sara Ciocca (11 anni) e Leone Riva (5 anni) oltre allo stesso Siani , Leigh Gill , Stefania Spampinato, Jun Ichikawa, Stefano Pesce e Giovanni Esposito - ha suscitato grande emozione sia tra gli alunni delle scuole che tra gli adulti. 

La storia narra dell’impresario di un teatrino di avanspettacolo in crisi, Arturo Meraviglia, che auspica l’estinzione dei suoi debiti grazie al legato di uno zio che, differentemente da quanto egli pensi, non consiste in danaro ma in due bimbi, Rebecca e Gioele: il secondo dotato di un incredibile potere che sembrerebbe sistemare la situazione di Arturo e impedirne il tramonto. La magia e la meraviglia, insieme alla voglia di diventare famiglia, colorano questa magic comedy nella quale Siani dice di aver trasmesso il meglio dei suoi film precedenti, avvalendosi anche di elementi di modernità tecnica quali gli effetti speciali.  Ma ciò che conta soprattutto per il regista campano é che il film piaccia a tutti.

Lo stesso Siani ha sottolineato come in questo nuovo lavoro abbia posto maggiore attenzione allo spessore dei personaggi, con minore ricorso all’improvvisazione rispetto al passato, creando una sceneggiatura più solida, con il tema del riscatto ad animare il film.  A distanza di tre anni dall’ottimo riscontro ottenuto da “Mister felicità”, il comico partenopeo ha creato questa fiaba odierna con l’intento di “far ridere ma anche piangere”.  Proprio per questo l’immaginazione è stata coniugata con un impianto più razionale del solito, al quale non mancano le citazioni. 

Ne “Il giorno più bello del mondo”, il linguaggio fiabesco s’interseca con l’uso delle tecnologie, senza che queste siano invadenti. I ruoli femminili - con le interpreti del film che hanno aiutato l’architettura e l’evoluzione dei loro personaggi - rivestono un’importanza fondamentale poiché lo stesso Siani non sente nelle corde la parte dell’eroe, mentre secondo il regista di “Si accettano miracoli” ,le donne sono naturalmente eroine. Questa favola moderna, per Siani ha il compito di far divenire “le nostre giornate, le più belle del mondo”, in un mondo in cui spesso la bellezza e il vivere assieme sono dimenticati.

Gianmaria Tesei

Attore, giornalista

www.dazebaonews.it

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Madre ti troverò

Sento la tua voce tra le foglie del melo son piene di sapore calore…racchiudono sospiri da tanto trattenuti.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Il passato è nei sogni

Il passato non passa ci si inciampa sempre.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

L'angolo dei classici

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]