VENEZIA (nostro inviato) Ispirato a vicende di razzismo accadute negli anni cinquanta a Levittown, in Pennsylvania; sceneggiato dai fratelli Coen nel 1985 e ora tirato fuori dal cassetto, “Suburbicon” è una metafora tragicomica "sui nuovi muri e sulle minoranze strumentalizzate quale capro espiatorio di tutte le magagne degli Usa", secondo le parole dello stesso George Clooney.

VENEZIA (nostro inviato) Ai Weiwei, il noto artista figurativo e architetto cinese, ha presentato a Venezia un documentario sulle migrazioni nel pianeta: un problema che investe 65 milioni di persone. Filmando attraverso 23 paesi Ai Weiwei e la sua equipe mostrano campi profughi, barconi che approdano alla terra, masse in disperazione davanti  a muri e fili spinati, organizzazioni umanitarie che li aiutano. Con interviste e uso di droni per dare idea della vastità biblica del fenomeno.  

VENEZIA (nostro inviato) “The shape of water” di Guillermo del Toro è stato molto applaudito dalla stampa, perché mescola alla dose fiabesca un quid pedagogico per via subliminale, aggiunto in un impasto gustoso e scorrevole.

VENEZIA - Nel cinema italiano la coppia più bella del mondo, come recita il titolo di una canzone popolarissima negli anni Sessanta, erano Adriano Celentano e Claudia Mori. Di lui non si può certo dire che fosse bello, per quanto bravo e originale come cantante, lei invece veniva da un concorso di bellezza, “la più bella di Roma” indetto da Paese Sera il quotidiano del pomeriggio che con L’Unità, Vie Nuove Rinascita e Noi donne e più tardi Il manifesto (tutte testate che oggi non esistono più) completava la galassia della stampa comunista in quegli anni fiorentissima.  

LIDO DI VENEZIA (nostro inviato) - La Mostra di Venezia è la prima manifestazione cinematografica a lanciare un concorso di filmati in realtà virtuale, presentati nell’antico Lazzaretto usato nel XV secolo per gli appestati.

VENEZIA - Attualità di Michelangelo Antonioni: a maggio a Cannes con Blow Up, in settembre a Venezia con Ildeserto rosso, due film restaurati fra i classici che prima al festival sulla Croisette e poi alla mostra al Lido sono proposti al pubblico di oggi a più di mezzo secolo di distanza dalla loro prima uscita sugli schermi. L’interesse non mancherà. Il cinema dei nostri grandi autori di ieri sembra aver fatto il classico patto col diavolo: attraversa i decenni senza invecchiare.

VENEZIA - C'è anche un diciottenne quest'anno tra i vincitori di Bookciak, Azione!, il premio dedicato all'intreccio tra cinema e letteratura che, giunto alla sua VI edizione, si rinnova con una nuova sezione dedicata alla memoria:Memory Ciak, creata in collaborazione con LiberEtà, rivista e casa editrice dello Spi-CGIL impegnata da sempre nel confronto tra le generazioni sui temi della memoria, del lavoro e dell'impegno sociale e civile.    

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

Poesia

Miserere (l'umanità degli ultimi)

Ho visto un uomo rovistare tra i cassonetti Le mani colorate di miseria 

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

L'anima oziosa

Nell’anima mia infingarda si annida insaziabile l’orda sfrenata dei desideri.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

L'angolo dei classici

Opinioni

Cambiamenti climatici: le soluzioni di Paul Hawken, padre del capitalismo natura…

La coperta delle risorse naturali è corta e il benessere dell’umanità è minacciato dal riscaldamento del clima; per fortuna abbiamo già a portata di mano tutti gli strumenti necessari per...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

La vittoria sulla paura: vincere contro il cancro si può

Sul mare di Bari  al  2° Trofeo Nazionale “LILT di Dragon Boat tenutosi  il 22 e 23 settembre vince l’equipaggio in rosa delle  Pink Butterfly dell’associazione Pagaie Rosa dragon boat...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077