VENEZIA - Va quest’anno a Enzo d’Alò il Premio Bianchi dei Giornalisti Cinematografici Italiani. E’ il riconoscimento ad una carriera dedicata al cinema d’animazione con passione, coerenza e grande fatica, con un piccolo “regalo” per il pubblico della Mostra: l’anticipazione, in anteprima mondiale, di alcune sequenze dello speciale tv Il flauto magico nella versione ideata da D’Alò e sceneggiata da Vincenzo Cerami, dedicata ai bambini in età prescolare. Si tratta di un progetto complesso, prodotto da Cometafilm e Rai Fiction con i partner europei PTD Lussemburgo e Millimages Francia, con il sostegno del Piano Media e del Fonspa.

Al Lido, in occasione della consegna del Premio il SNGCI d’intesa con Enzo d’Alò ricorda, grazie al Bianchi, anche un inedito Cerami, con il suo divertissement, condiviso con il regista, autore del soggetto e della regia, destinato ai più piccoli. È per loro, infatti, l’adattamento fiabesco del Flauto magico in un episodio speciale della serie Pipì Pupù e Rosmarina, dove i tre protagonisti diventano nella fantasia di d’Alò e Cerami Pipino, Pupugeno e Rospamina, per raccontare la magia della grande musica di Mozart ripercorrendo le atmosfere e le avventure settecentesche del Flauto Magico con la vena surreale e comica che li ha da sempre contraddistinti. Pipì Pupù e Rosmarina raccontano, anche in questa nuova veste, grandi verità con la leggerezza e l'innocenza delle loro parole,  accompagnati in questo viaggio da un narratore eccellente come Giancarlo Giannini.                                      

ENZO D'ALO'                                 

Regista e sceneggiatore è autore de La freccia azzurra, tratto da una fiaba di G. Rodari,  (1996) con il quale ha lanciato il cinema d'animazione pensato e prodotto in Italia. Per la particolare delicatezza del disegno e il fascino delle storie, uno stile particolare che non vuole assomigliare nè alla tradizione disneyana nè all’alternativa giapponese. Nel 1998 il suo capolavoro, La gabbianella e il gatto, tratto dal romanzo di Sepúlveda sceneggiato con Umberto Marino. Ha diretto poi Momo (2001), tratto dall'omonimo romanzo di Michael Ende, e Opopomoz (2003), curiosa rivisitazione fiabesca della tradizione del presepe nella cultura partenopea. Ha avuto sempre particolare attenzione per la musica: ne La freccia azzurra musiche di Paolo Conte, per La gabbianella e il gatto David Rhodes, per  Momo alla conquista del tempo Gianna Nannini, per Pinocchio, che ha inaugurato con successo un anno fa le Giornate degli autori al Lido ed è stato in sala nell’ultima stagione con Lucky Red (ancora una volta scritto con Umberto Marino e i disegni di Lorenzo Mattotti,) le musiche di Lucio Dalla.        

Il “PREMIO BIANCHI”

Intitolato alla memoria del critico e giornalista Pietro Bianchi, d’intesa con la Mostra del Cinema di Venezia celebra da trent’anni anni il più grande cinema d'autore italiano. Ha premiato protagonisti come Alberto Sordi, Sophia Loren, Nino Manfredi, Virna Lisi, ha segnalato provocatoriamente alcuni fenomeni o personaggi: per esempio, per la scarsa attenzione che i giornali riservano al loro ruolo, i grandi critici del cinema italiano, o nel 1999, Dino De Laurentiis, il primo e finora unico produttore ad averlo ricevuto. Il Bianchi ha segnalato la carriera e il prestigio di un'intera generazione di registi, sceneggiatori,autori della fotografia tra i più rappresentativi del cinema d'autore: da Mario Soldati nel 1978 primo “Premio Bianchi” della storia, a  Cesare Zavattini, Alessandro Blasetti, Renato Castellani, Luig

 

 

VENEZIA - Vendita abbonamenti. È già possibile acquistare online gli abbonamenti per la 70. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica attraverso il sito www.labiennale.org. Questa iniziativa offre la possibilità di scegliere gli abbonamenti per la Mostra acquisendo, in piena autonomia, il posto e la fila desiderata nei limiti della disponibilità offerta.

VENEZIA - Per celebrare la 70a edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (28 agosto – 7 settembre 2013), la Biennale di Venezia ha dato vita al progetto speciale Venezia 70  – Future Reloaded.

VENEZIA - Il Centro Sperimentale di Cinematografia- Cineteca Nazionale sarà presente alla 70. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, nella sezione “Venezia Classici”, con quattro restauri di grandi film italiani:

Giovedì, 18 Luglio 2013 10:20

Venezia 70. La sezione Orizzonti visibile online

Scritto da

VENEZIA - Dopo la novità sperimentale avviata lo scorso anno, ritorna la Sala Web per i film di Orizzonti alla prossima Mostra del Cinema di Venezia (28 agosto  - 7 settembre 2013).

VENEZIA - Sarà Claudia Cardinale la testimonial di Venezia Classici, la sezione dedicata ai restauri e ai documentari sul cinema della 70. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (28 agosto – 7 settembre 2013), diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta.

VENEZIA - Nella sera di preapertura della Mostra di Venezia il 27 agosto, all’Arena di Campo S. Polo, sarà proiettato il capolavoro di Francesco Rosi Le mani sulla città (1963), film vincitore del Leone d’oro 50 anni fa, in un restauro digitale a cura della Cineteca Nazionale di Roma, effettuato per l’occasione e presentato in prima mondiale.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

L'angolo dei classici

Opinioni

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Coronavirus. ArpaLazio e L’Università di Tor Vergata sperimentano un metodo d…

Coronavirus. ArpaLazio e L’Università di Tor Vergata sperimentano un metodo di prova per valutare l’efficacia delle mascherine chirurgiche

Dai laboratori la sperimentazione di un metodo di prova per valutare in maniera fisica l’efficacia e contrastare l’emergenza 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]