Sabato, 25 Gennaio 2014 21:32

Yukio Mishima. La scuola della carne. Recensione

Scritto da

ROMA Taeko, un’elegante signora quarantenne, vive a Tokio, dove possiede un atelier di moda e conduce una vita agiata, dopo il divorzio, vissuto come una liberazione da un matrimonio asfittico.

Taeko è una donna indipendente, economicamente e mentalmente, frequenta amiche divorziate come lei, con gli uomini ha una propensione godereccia. Una sera Taeko, capitata in un gay bar, incontra il giovane Sensiki, che ha vent’anni e lavora in quel locale come barista. Taeko lo ingaggia come gigolò, comprando le sue serate come farebbe un uomo. Tra i due inizia una relazione che col tempo si fa intensa. Taeko si scopre perdutamente innamorata di Sensiki,  partner troppo più giovane e uso, per di più, a prostituirsi con donne e con uomini. La passione in Taeko divampa per la virile freschezza del ragazzo e per il magnetismo della sua bellezza. Lei, che fino a quel momento aveva voluto solo avventure, si ritrova invischiata in un gioco ossessivo e perverso.

Duecentotrentotto pagine nelle quali Mishima, pur non scrivendo mai di sesso esplicito, attrae il lettore con erotismo intrigante, teso come una corda di violino. L’autore mette in scena il mercato dei sentimenti, a ruoli invertiti. Lo seguiamo per sapere quanto un innamoramento possa annebbiare la mente, quanto sia salda la trappola dei sensi, per capire chi sia la vittima e chi il carnefice. La risposta non è affatto scontata, la relazione di Taeko e Sensiki corre verso un finale imprevedibile e simbolico. Per scoprirlo non resta che indagare in quella “scuola della carne” che per Mishima è l’esistenza stessa.

“La scuola della carne” è un romanzo del 1963, finora inedito in Italia. Nel 1998 Benoit Jacquot ne ha tratto un film con Isabelle Huppert nel ruolo della protagonista. Mishima (1925 – 1970), omosessuale, morì suicida  facendo harakiri. Il romanzo, che ha stile purissimo, risente della drammatica vita dell’autore, pur nei toni della commedia. Yukio Mishima è considerato uno tra i più grandi scrittori del Giappone.

 

Scheda tecnica

Yukio Mishima

La scuola della carne - romanzo

Feltrinelli novembre 2013

Euro 16

 

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]