Venerdì, 07 Luglio 2017 12:23

“Vita di Pantasilea”. Romanzo storico sul “Sacco di Roma”. Recensione

Scritto da

“Vita di Pantasilea”, romanzo storico di Luca Romano, ci conduce nella Roma del 1527 attraverso la quotidianità di una cortigiana incinta di Benvenuto Cellini, artista immortale raffigurato con tutti i limiti umani. Lei, Pantasilea, innamorata dello scultore, spera che Benvenuto la sposi per evitarle il disonore e toglierla dalla condizione di – oggi diremmo - “escort”.

Cellini però ha altro per la testa e la tratta come un oggetto. Così lei, per garantirsi un futuro, è costretta a cedere a protettori potenti che la blandiscono per il loro profitto, e puntualmente la tradiscono.

Pantasilea è intelligente e sa leggere e scrivere, attività che non appartenevano alla condizione femminile, in un secolo in cui molte donne vestivano di scuro e portavano un velo. Seguendo l’avventura della cortigiana e del suo amante conosciamo la drammatica atmosfera della capitale cinquecentesca, dove Pantasilea e Benvenuto non sono che parte di un grande affresco nel quale si muovono il Papa Clemente VII, le famiglie patrizie in guerra, i protofisici e i profeti di sventura, il clero intrigante con servitori criminali: eterogenea umanità sopra la quale le meretrici si stagliano aureolate.

La narrazione avvince perché ci immerge realisticamente nello spaccato di un mondo scomparso, la cui crudele cultura in alcune zone del globo vive ancora. Il romanzo è un crescendo tragico che sfocia nel cosiddetto “Sacco di Roma”, quando le truppe dei lanzichenecchi, mercenari tedeschi arruolati dall’imperatore Carlo V d’Asburgo, insieme agli spagnoli, misero l’urbe a ferro e fuoco. All’epoca le mancanze della rete fognaria erano peggiori di quelle odierne della spazzatura – i romani svuotavano i pitali nelle strade – sicché popolazione e occupanti furono decimati insieme, non solo per la guerra, ma per le terribili epidemie.

Luca Romano dipinge anche, tra realtà e finzione, la vita di un Papa sconosciuto: Marcello II, il cui pontificato durò solo ventuno giorni e fu l’ultimo Pontefice a essersi chiamato con il proprio nome di battesimo.

Luca Romano

Vita di Pantasilea

Edizioni BEAT 2017

Pagine 461

Euro 11

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Le parole

Le parole strumenti nelle nostre mani scritte ripetute vogliono essere comprese.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

La finestra dell'anima

C’è una finestra nell’anima mia m’affaccio per stupirmi nell’infinito rosso d’un tramonto che non esiste…..

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]