Martedì, 07 Agosto 2018 21:49

“Le età infelici: autobiografia di un’adolescenza turbolenta”. Istruzioni per l’uso

Scritto da

È un romanzo avvincente quello di Sara Sajeva, romana di nascita, todina d’adozione, scrittrice poeta che proietta in ogni forma espressiva – tela, prosa e versi – la sua inesauribile vis espressiva. “Le età infelici” - edito da Castelvecchi - è un romanzo di formazione, che esplora il difficile passaggio dall’adolescenza alla maturità. 

Un’adolescenza generazionale che non termina con la maggiore età, ma prosegue di pari passo con l’incertezza lavorativa, familiare e sentimentale: una precarietà di vita che incide sul carattere, sull’umore e sulle scelte. Ed è di questa importante fase che parla questo primo romanzo autobiografico segnando la cesura tra la fragilità e l’autonomia, tra l’incertezza e la consapevolezza, tra il bisogno di amore e la paura di viverlo. 

E a fare da cornice a questa trasformazione c’è l’arte: passione vissuta come impellente necessità e unico canale per esprimere i bisogni più inconfessabili e al contempo risorsa consolatoria. Come dichiara tra le righe, citando Flaubert: “Ama l’arte; fra tutte le menzogne è ancora quella che mente di meno.”  Il risultato è un racconto avvincente che descrive gli stati interiori di Sara, sospesa tra insoddisfazione e autolesionismo, in un altalenante chiaroscuro interiore, sino all’incontro salvifico con l’amore della sua vita, Romeo – similmente all’archetipo shakespeariano - muterà le sorti del suo destino, riaprendola alla vita, ai suoi colori e a un rapporto più equilibrato con l’altro sesso. 

E spiega Sara l’origine del racconto: «Una serie di appunti raccolti in un diario, ripresi e organizzati molti anni dopo in questo unico testo, arricchito e completato, con l’intento di svelarmi in primis e me stessa e di rassicurare gli adolescenti e i miei figli, in futuro, sui turbamenti tipici di questa trasformazione » . Un testo molto utile anche per i genitori, non solo per i figli, per capire come affrontare quell’età di mezzo, caratterizzata dalla voglia di autonomia, spesso veicolata attraverso ribellione, provocazioni e istinto autodistruttivo. E a tal proposito utile è stato il contributo della Dott.ssa Patrizia Giungato, psicologa e psicoterapeuta psicoanalitico, consulente per lo sportello d’ascolto per adolescenti a Roma, che insieme all’autrice ha offerto, in occasione della presentazione a Todi, un apporto professionale e scientifico delle complesse dinamiche relazionali genitori-figli; oltre alla conoscenza psico-evolutiva della fase adolescenziale.

Un rapporto sinergico che combina l’aspetto letterario a quello terapeutico, per fornire ai genitori uno strumento in più per capire i propri figli e agli adolescenti, i veri protagonisti, un supporto emotivo e psicologico.

Un’iniziativa pregevole, che proseguirà per le altre tappe del territorio italiano, per offrire un’esperienza formativa e insieme una lucida analisi de “Le età infelici”: un racconto ricco di pathos, di emozioni e sensazioni autentiche. Simili e intense come quelle vissute da ciascuno di noi, in quell’età critica, che talvolta perdura ancora oggi. In un’estesa e senza fine adolescenza interiore.

 

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Poesia

Per Aspera ad Astra

PER  ASPERA  AD  ASTRA Uomini di poca fede  deboli vi perdete  nel vostro cammino…  Niente è uguale  ogni paesaggio  ha la sua bellezza.  Mettete da parte la tristezza  la vita è fonte di gioia  per l’uomo stanco  tutte le fonti...

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]