Giovedì, 21 Febbraio 2019 14:23

Lo sguardo capovolto del camaleonte nelle poesie di Patrizia Mencarani

Scritto da

“A testa in giù appesa a una foglia come un camaleonte del Madagascar” ( Bertoni ed.) è la terza raccolta di poesie di Patrizia Mencarani, dopo “Nerorondine” (Supernova ed.) e il poemetto “Per il cielo dimentichiamo il passo” (nella raccolta antologica “Trame di Versi”, Perrone ed.).

Il testo si compone di una prima parte intitolata “non semidei ma semipesci” di cui fanno parte esclusivamente poesie, e di una seconda parte che comprende due poemetti: “Le stanze illuminate” e “Giallosabbia”.

Le tematiche sono forti: l’abuso, la malattia, la guerra, sempre in bilico tra vita e morte, tra un sentimento di dolcezza e di violenza. Componimenti che esprimono un disagio profondo, quel disagio che è dolore e impotenza davanti al male presente nella nostra esistenza.

I poemetti “Le stanze illuminate” e “Giallosabbia” hanno un impianto narrativo, da qui l’esigenza per l'autrice di un ritmo che si potrebbe definire di poesia-non-poesia che dà alle ‘visioni’ un timbro tutto particolare.

“A testa in giù appesa a una foglia come un camaleonte del Madagascar” viene presentato a Roma, sabato 23 al caffè Pirandello, ore 17.00, via Antonio Bosio 15. (villa Torlonia)

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Terra poesia dei sensi

Ogni angolo di terra è poesia per gli occhi.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

El Mimo

Mimo la protesta colorata di sogni di riscossa

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]