Venerdì, 16 Dicembre 2016 18:31

Grandi onde sul Tevere

Scritto da

ROMA -  La Vendée Globe sul Tevere, al  centro velico  Granlasco, in occasione della presentazione del libro  Salvataggi Leggendari della Casa Editrice Nutrimenti, scritto da Laura Damiola e Jean Pierre Pustienne. 

27 anni fa iniziava la leggenda della Vendée Globe nei 40 Ruggenti quando Loîck Peiyron soccorse uno dei favoriti della prima edizione Philippe Poupon. E’ questo il primo racconto del libro che ha come teatro il largo dell’ Isola Cough nell’Atlantico Sud, vicino al Capo di Buona Speranza. 

Nel corso della serata  é stato fatto un parallelismo tra le prime edizioni e quest’ultima sottolineando   il progresso avvenuto  in materia di sicurezza. E’ stato infatti  spiegato come 27 anni  fa gli skipper erano colti dalle tempeste senza preavviso,   oggi  grazie alla precisione dei programmi meteo  gli skippersche possono  anticipare e gestire le depressioni in arrivo.  Oltre a Peyron e Poupon, nel  libro sono raccontati altri  salvataggi che hanno fatto della Vendée Globe un mito,  Raphael Dinelli soccorso da  Pete Goss nel 1996 1997, Isabella Autissier recuperata da Giovanni Soldini nell »Arounde Alone del 1999 2000, la drammatica esperienza di Yves Parlier nella Vendée Globe 2000 2001 che ha salvato se stesso e  la liberazione di  Jean Le Cam, rinchiuso per 17 ore nel suo scafo, da parte di Vincent Riou. 

 Un  video  dal titolo «Vendée Globe ;  27.000 miglia di una regata mitica  » ha mostrato al pubblico romano di esperti velisti,  i  momenti piu- emozionanti di questa ottava edizione della Vendée Globe, le condizioni estreme in navigazione tra i 40 Ruggenti  e i 50 Urlanti ,  il   vento che  in questi ultimi giorni é arrivato fino   a 70 nodi e  un mare che ruggiva con onde di 8 metri.  Il Granlasco é il circolo velico con una nota scuola d’altura, che organizza inoltre la famosa regata Roma per tutti, tra le  piu’ importanti a livelo n nazionale ;  la Regione Lazio é per il numero di associati, 20000 , la numero uno d’Italia, davanti  alla Liguria e alla Lombardia. La solidarietà marittima é stato un altro tema  centrale  della serata sul Tevere,   tema dominante nel libro  Salvataggi Leggendari insieme alla sicurezza.  Significative nfatti  le parole di un eroico salvatore,  Pete Goss« Dovevo andarci «  racconta nel libro il celebre navigatore inglese »  era semplice, la decisione era presa, per me dal codice marinaro ». E  nel racconto vediamo come lo skipper,  negli spietati 50 ruggenti ,con una navigazione di bolina in un mare in tempesta  e una dolorosa infiammazione a un gomito, soccorrerà Raphael Dinelli.  La solidarietà continua  anche a terra con l’associazione Arcoiris, che ha presentato al Granlasco una iniziativa  a sostegno delle famiglie di bambini affetti da malattie rare e complesse.Una battaglia coraggiosa come la sfida dei marinai  in mare. 

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Camilleri e Simenon, a tavola e con le donne Montalbano rincorre Maigret

Più d’una volta, nei racconti di Andrea Camilleri, di cui è protagonista il commissario Salvo Montalbano, ricorre la citazione: “Prese un romanzo di Simenon e cominciò a leggere”. Oppure: “Fece...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Nell’Italia che non legge, dilaga la “ringraziamentite”.

Gli scrittori di oggi hanno copiato dai titoli di coda dei film di ieri il vezzo di ringraziare tutti quelli che hanno collaborato alla fattura del film, fino all’ultimo elettricista...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208