Mercoledì, 24 Settembre 2014 13:48

Musica. Alanis Morissette, voce calda dal freddo

Scritto da

 

Nel 1995 esce “Jagged Little Pill”, l’album del trionfo internazionale

“Io vedo il mio corpo come uno strumento, piuttosto che un ornamento”

(Alanis Morissette

Una star del pop dal Canada

E’ stata una delle novità più interessanti del pop internazionale emersa negli anni ’90, la sua voce calda e potente riflette le contraddizioni di un Paese immenso e freddo come il Canada. Alanis Morissette, classe 1974, ha avuto sempre le idee chiare sin da piccola: avrebbe fatto parte del mondo dello spettacolo. All'età di dieci anni, partecipò alle audizioni dello show per bambini della televisione canadese “You Can't Do That on Television”, registrato nella sua città, Ottawa. Passò le selezioni assieme al fratello Wade, e comparve nello show con una certa frequenza, per poi abbandonarlo dopo la prima stagione. L'anno seguente, Alanis pubblicò “Fate Stay With Me” un 45 giri autoprodotto. Fu così notata da Stevan Klovan che, nel 1988, le fece cantare l'inno nazionale all'inaugurazione dei campionati mondiali di pattinaggio di figura. Si recò negli Stati Uniti dove partecipò a talent show musicali a New York e Los Angeles. Nel 1990 firmò un contratto con la casa discografica MCA e l’anno seguente pubblicò in Canada il suo primo album. Le vendite furono piuttosto scarse e la casa discografica sciolse il contratto. La giovane non si diede per vinta, tornò nel suo Paese e poi provò la ‘carta’ di Nashville ancora negli Usa. La svolta avvenne nella città di Los Angeles dove la cantante entrò in contatto con il produttore e compositore Glen Ballard. Tra i due nacque un profondo feeling musicale. Secondo quanto poi raccontò Morissette, Ballard fu il primo collaboratore che la incoraggiò ad esprimere le sue emozioni in maniera completa e senza alcun timore. Come risultato, Morissette mise nei testi delle canzoni tutta se stessa, dal suo amore per la vita (“You Learn”), alle sue infatuazioni (“Head Over Fee”t), alle sue più oscure e brutali fantasie di vendetta (“You Oughta Know”). Morissette trasse ispirazione per i suoi testi esclusivamente da esperienze personali. Ad esempio, quando iniziò ad avere contatti con le case discografiche, scrisse e registrò “Right Through You” (presente in “Jagged Little Pill”), mettendo nel testo le impressioni ricevute dalla loro organizzazione di tipo patriarcale. In soccorso della giovane cantante arrivò la superstar per eccellenza: Madonna. Nella primavera nel 1995 la Morissette firmò il contratto per la Maverick Records, la casa discografica fondata da Madonna. Tutto era pronto per il vero primo album della 21enne cantante di Ottawa.

“Jagged Little Pill”, un debutto trionfale

L’album fu registrato tra l’inverno del 1994 e la primavera del 1995 negli studi Westlake e Signet di Hollywood sotto la guida e la grande esperienza del produttore Glen Ballard. La cantante scrisse tutti i testi delle 12 canzoni mentre le musiche furono scritte insieme a Ballard che curò anche gli arrangiamenti, raffinati e in perfetto equilibrio tra le parti strumentali e la splendida voce della cantante. Si passa dalle ballate più intimiste (“Perfect”) e brani pop come “You learn” e brani rock blues come “All I really want” sino al sound alternative come “Head over feet”. Stupisce che una cantante di appena 21 anni possa già ostentare una notevole maturità nella voce, nella qualità dei testi e nelle musiche. 

La sua voce si trova perfettamente a suo agio sia nei momenti più intimisti che nelle situazioni più aggressive e rock. La Morissette possiede inoltre una notevole estensione timbrica e soprattutto una varietà espressiva che colora la sua voce di toni malinconici e allegri.

L’album possiede una grande energia, una forte vitalità compositiva e una band di eccellenti musicisti tra cui chitarrista session man Michael Landau. “Jagged little lill” fu pubblicato il 13 giugno del 1995 e fu un enorme successo in tutto io mondo. Arrivò al primo posto in Australia, Belgio, Canada, Danimarca, Olanda, Finlandia, Nuova Zelanda, Portogallo, Gran Bretagna e Stati Uniti, al secondo posto in Austria, Italia e Svizzera, il terzo posto in Germania, Norvegna e Spagna e il sesto posto in Francia. Le vendite complessive nel mondo hanno superato le 33 milioni di copie.

Traduzione della canzone “You learn”

Consiglio a chiunque di farsi calpestare il cuore. 

Consiglio a chiunque di girare nudi per il soggiorno. 

Mandala giù (che piccola pillola spigolosa!). 

Ti fa star così bene (quando ti galleggia nello stomaco). 

Aspetta che la polveri si posi. 

 

Vivi, impari. 

Ami, impari. 

Piangi, impari. 

Perdi, impari. 

Sanguini, impari. 

Urli, impari. 

 

Consiglio a chiunque di fare il passo più lungo della gamba, 

dico sul serio. 

Consiglio a chiunque di dire stupidaggini in qualsiasi momento. 

Sentitevi liberi! 

Buttala giù (la prudenza ti ripara dal vento). 

Tienila in alto (verso i raggi). 

Aspetta e vedrai quando si diraderà il fumo. 

 

Vivi, impari. 

Ami, impari. 

Piangi, impari. 

Perdi, impari. 

Sanguini, impari. 

Urli, impari. 

 

Consumala (come farebbe un bambino di tre anni). 

Scioglila (tanto alla fine dovrai farlo comunque). 

I pompieri stanno arrivando da dietro l'angolo. 

 

Vivi, impari. 

Ami, impari. 

Piangi, impari. 

Perdi, impari. 

Sanguini, impari. 

Urli, impari. 

 

Ti affliggi, impari. 

Soffochi, impari. 

Ridi, impari. 

Scegli, impari. 

Preghi, impari. 

Chiedi, impari. 

Vivi, impari.

 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Cannes Classic 72. Moulin rouge, Toulouse Lautrec secondo John Huston

CANNES - E’ un film del 1953, da non confondere con l’omonimo girato nel 2001 dall’australiano  Baz Luhrmann.  E’ la vita di Toulouse-Lautrec, il pittore francese che una caduta da...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Greta Thunberg, non è impossibile coniugare economia ed ecologia

Greta Thunberg, qualità personali a parte, è l’esempio massimo della coscientizzazione che può sviluppare una buona istruzione, tale da renderla anche capace di comunicare un suo disagio che, non a...

Fabio Massimo Tombolini - avatar Fabio Massimo Tombolini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]