Giovedì, 04 Ottobre 2012 14:55

Sessualità. Non chiamatelo orsacchiotto! Meglio le parolacce

Scritto da

ROMA - Ciccino… farfallina… topolona. Chi di noi non ha mai usato questi nomignoli alzi la mano. Chi non lo ha mai fatto cominci adesso! Meglio le parolacce!


Parlare durante il rapporto sessuale fa bene alla coppia: ce lo dice una ricerca dell’Università di Cleveland secondo cui le coppie che parlano di sesso apertamente sono quelle con una maggiore soddisfazione “finale”. La ricerca ha coinvolto 207 persone, 88 studenti universitari e 119 reclutati dal web. Risultato? Quelli che bisbigliano tra un orgasmo e un amplesso godono di più…


A volte meglio tacere
Secondo Elizabeth Babin, l’esperta che ha condotto lo studio: “La comunicazione sessuale garantisce una minore ansia nel rapporto e dà più sicurezza”. Attenzione, però, sono da evitare quei nomignoli tipo “pucci pucci”, “biscottino” e “tesoruccio” perché uccidono la passione. Soprattutto… non chiamiamolo “cucciolone”, “orsettino” o “bambolotto” se non vogliamo mettere ko la sua virilità!

Lo so, i nomignoli affettuosi ci nascono spontanei (ed è una nostra dimostrazione d’affetto) ma, a lungo termine, possono diventare fastidiosi, soprattutto se non usati esclusivamente nell’intimità. Rischiamo un netto calo della libido; meglio le parolacce, allora, che agli uomini eccitano da morire.

Due famose sessuologhe statunitensi,  Julienne Davis e Maggie Arana, sconsigliano vivamente di chiamare l’altra metà del cielo con quei nomignoli da animale domestico. “Orsacchiotto”, “cucciolo”, “micia” sono tutti vezzeggiativi che possono uccidere il rapporto di coppia. Chiamare l’altra persona “piccioncina” o “gattone” attiva uno spostamento nel subconscio del partner per cui perde automaticamente attrazione e non appare più eccitante come prima.

Quindi, aggiorniamo il vocabolario: via orsacchiotto, arriva lo stallone!

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Arte. Il “Cencio” di Milo Manara e la Madre di Dio sotto il cielo di Siena

SIENA - Il grande filosofo Friedrich Nietzsche sosteneva che ogni verità è curva e Milo Manara l'artista che ha dipinto il Palio dedicato alla Madonna Assunta in cielo del 16...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]