Martedì, 03 Novembre 2015 19:32

Allarme economisti su cambio clima: troppo caldo fa male al sesso

Scritto da

ROMA - Ai cambiamenti climatici sono state attribuite le colpe più svariate, ma finora nessuno aveva stabilito una relazione diretta fra l'aumento delle temperature e le nascite. O meglio, nessuno aveva attribuito al caldo la funzione di un contraccettivo.

Invece, le temperature elevate portano a una evidente diminuzione dei rapporti sessuali, secondo uno studio del National Bureau of Economic Research, riportato sul sito dell'agenzia Bloomberg. Tre economisti hanno preso in esame 80 anni di dati sulla fertilità negli Stati Uniti e li hanno messi a confronto con quelli delle temperature e hanno verificato che non appena si superano gli 80 gradi Farenheit, vale a dire 26,6 gradi Celsius, la curva delle nascite comincia a diminuire, esattamente 9 mesi dopo. E, ciò che turba, è che gli aspiranti genitori non cercano di recuperare nei mesi successivi.E' sufficiente un solo giorno in più di ""caldo soffocante"" per far scendere dello 0,4% il tasso dei lieti eventi nove mesi dopo, il che in termini assoluti si traduce in 1.165 nascite in meno negli Stati Uniti.

I ricercatori delle università di Tulane, California-Santa Barbara e Central Florida credono che il loro studio suggerisca tre riflessioni ai politici: i tassi di natalità ""non rimbalzano"" completamente dopo un periodo di gran caldo. Quindi tanto più le estati diventano calde, tanto più i Paesi sviluppati vedranno scendere i loro tassi di natalità, un fatto rovinoso per l'economia. In secondo luogo i concepimenti in autunno, con relative nascite in estate, determinano ""per ragioni ancora non ben chiarite"", bambini con una salute più precaria. Infine, l'aria condizionata può fare la differenza, come dimostrano i dati sulla fertilità a partire dagli anni Settanta.Gli scenari delineati dai ricercatori sono drammatici. Se le emissioni dei gas a effetto serra non saranno ridotte, le proiezioni nel trentennio 2070 - 2099 vedranno negli Usa 64 giorni in più con temperature superiori ai 26,6 gradi Celsius rispetto al periodo 1990 - 2002, che ne ha avuti 31. Il risultato? Una diminuzione del 2,6% del tasso di natalità, che corrisponde a 107.000 nascite in meno all'anno.

 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]