Mercoledì, 19 Ottobre 2016 17:15

Raiuno. “I Medici”. Recensione

Scritto da

Uno degli appuntamenti televisivi più attesi è stato quello con “I Medici”, che ha avuto avvio su Raiuno martedì 18 ottobre. I Medici (Masters of Florence) è una serie anglo-italiana in otto puntate, creata da Frank Spotnitz e Nicholas Meyer. 

Il fascino dei Signori, di qualsiasi epoca, da sempre attira l’interesse popolare. Bello sarebbe stato se i suoi ideatori avessero avuto maggiore coraggio narrando quella “realtà che supera la fantasia”. Hanno preferito invece partire con un elemento romanzesco, che non ha riscontri: l’assassinio di Giovanni Medici, padre di Cosimo e di Lorenzo. Non occorreva perché il banchiere Giovanni de’ Medici, interpretato da Dustin Hoffman, è stato uno degli antenati più illustri della moderna classe imprenditrice: figlio di un mercante di lana, tutt’altro che ricco e influente, dopo un periodo al servizio dello zio banchiere, Giovanni fondò la sua banca personale e avviò una potentissima Signoria.   

Giovanni Medici fu mecenate dell’architetto Brunelleschi, il quale progettò la copertura della crociera del Duomo di Firenze, fino ad oggi la più grande  in muratura mai edificata in Europa dall'epoca romana. Un passo interessante della fiction, e probabilmente verosimile, è l’audacia dimostrata dall’architetto (interpretato da Alessandro Preziosi) nell’ideazione della famosa cupola che porta il suo nome.  A Giovanni de Medici, alias Dustin Hoffman, che gli domanda se è certo che essa si regga, Brunelleschi risponde chiedendogli un atto di fede.

Adulta e raffinata la bellezza dell’ex miss Italia Miriam Leone, nella parte della lavandaia di cui Cosimo s’innamora. Senza pari lo splendore di una Firenze tra palazzo Vecchio, la Basilica di San Lorenzo, il Battistero e il Duomo.  Ma i dialoghi in bocca agli attori sono letterari e la fiction, patinata, resta in superficie. Ciò non toglie che lo sceneggiato abbia ottenuto risultati clamorosi: 8.037.000 telespettatori e share del 28.88% per il primo episodio; 7.143.000 e 31.08% per il secondo. 

Personaggi e interpreti

  • Cosimo de' Medici , interpretato da Richard Madden, doppiato da Lino Guanciale. Figlio di Giovanni, è il protagonista della serie. 
  • Giovanni di Bicci de' Medici, interpretato da Dustin Hoffman, doppiato da Stefano De Sando.
    Patriarca della famiglia 
  • Lorenzo il Vecchio , interpretato da Stuart Martin, doppiato da Fabio Boccanera.
    Fratello minore di Cosimo. 
  • Contessina de' Bardi, interpretata da Annabel Scholey, doppiata da Chiara Colizzi.
    Moglie di Cosimo e madre di Piero.
  • Marco Bello , interpretato da Guido Caprino.
    Aiutante di Cosimo. 
  • Piero il Gottoso , interpretato da Alessandro Sperduti.
    Figlio di Cosimo. 
  • Ugo Bencini , interpretato da Ken Bones, doppiato da Angelo Nicotra.
  • Rinaldo degli Albizzi, interpretato da Lex Shrapnel, doppiato da Alessio Cigliano.
    Membro della famiglia Albizzi, un tempo amico e ora nemico di Cosimo. 
  • Andrea de' Pazzi, interpretato da Daniel Caltagirone, doppiato da Francesco Prando.
  • Maddalena interpretata da Sarah Felberbaum.
    Amante di Cosimo. 
  • Piccarda Bueri interpretata da Frances Barber, doppiata da Emanuela Rossi.
    Moglie di Giovanni e madre di Cosimo.
  • Lucrezia Tornabuoni , interpretata da Valentina Bellè.
    Moglie di Piero e madre del futuro Lorenzo de' Medici.[7]
  • Emilia  interpretata da Tatjana Nardone.
  • Ricciardo , interpretato da Michael Schermi.

E ancora Alessandro Preziosi nel ruolo di Brunelleschi, Fortunato Cerlino, Miriam Leone, Tommaso Ragno, Eugenio Franceschini, Antonio De Matteo, Giorgio Caputo, Marco Zingaro, Valentina Carnelutti.

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Negli “Esercizi di memoria” scopriamo chi ispirò Montalbano a Camilleri e molto …

Pirandello era fascista o antifascista? Dipende dai punti di vista.  Quando, nel dicembre 1936 morì nella sua casa romana, le ceneri vennero raccolte in un’anfora greca e depositata al cimitero...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Dall'Austria un allarme da non sottovalutare

Chiunque conosca la biografia di Hitler sa che il futuro Führer non era tedesco bensì austriaco e sa anche che se c'erano due paesi in cui l'antisemitismo la faceva da...

Roberto Bertoni - avatar Roberto Bertoni

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208