Giovedì, 15 Marzo 2018 19:18

Trapianto di capelli: in Turchia con furore. Nuova moda, sempre più in voga e a prezzi stracciati

Scritto da

Con l’avvicinarsi dell’estate, nonostante il terrificante prospetto di burian 2 e la non ancor giunta primavera, si cominci a prestare sempre più attenzione al proprio aspetto fisico. Dalla tanto temuta prova costume e al ricorso a diete di qualsiasi genere alla corsa verso l’abbronzatura ideale, magari in anticipo rispetto alla concorrenza e chiedendo aiuto a qualche lampada. C’è però un nuovo e sempre più utilizzato metodo per far colpo, o più semplicemente per sentirsi bene con sé stessi: il trapianto di capelli.

Così come tutti gli interventi di chirurgia vi è sempre un po’ di pudore nel parlarne ed ammettere di aver fatto uso di un’operazione simile. Ciò nonostante quello del trapianto di capelli è ormai divenuto un fenomeno sociale e mediatico, che trova in un luogo quasi insospettabile il suo ombelico del mondo: la Turchia

Sono ogni anno centinaia di migliaia le persone che decidono di affrontare un lungo e pericoloso viaggio, visto gli ultimi avvenimenti in terra ottomana, pur di sostenere l’intervento. La motivazione è semplicemente una, visto che anche in Italia è possibile ricorrere all’operazione: il costo decisamente inferiore. 

Se nel nostro belpaese sono necessari circa 12 mila euro per sottoporsi al trapianto di capelli, in Turchia sono sufficienti appena due mila euro o poco più, attraendo dunque clienti da ogni parte e sempre più in massa. Da precursori dell’iniziativa anche diversi personaggi in voga, come nel mondo del calcio: uno dei primi, anche ad averne parlato pubblicamente, è stato Wayne Rooney. L’ex capitano del Manchester United sin dalla giovane età piuttosto stempiato può ora mostrare con orgoglio una presenza di capelli piuttosto omogenea sull’intero capo.

Il gruppo sanitario Acibadem Altunizade rappresenta il fiore all’occhiello in Turchia per quanto concerne questo tipo di intervento. È composto da 22 ospedali e ben 19 centri medici, tra cui spicca la partnership con gli specialisti di Capilclinic, inoltre con l’associazione al gruppo IHH Healthcare Berhadè è divenuta la seconda organizzazione sanitaria più importante a livello mondiale. I servizi aggiuntivi offerti da  rispetto ad esempio all’Italia, nonostante i costi inferiori, sono molteplici: Trattamento PRP (Plasma ricco di piastrine), intervento diretto in ospedale, innesto di capelli FUE 5000 grafts, Hotel 5 stelle con colazione incusa, autista privato con interprete, trattamento post-operatorio, monitoraggio del paziente, garanzia e assistenza durante il viaggio.

Il consiglio è dunque quello di informarsi accuratamente circa il luogo migliore presso cui eseguire quella che comunque è a tutti gli effetti un’operazione chirurgica, esaminando tutti i fattori, non solo quello economico. 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Cannes Classic 72. Moulin rouge, Toulouse Lautrec secondo John Huston

CANNES - E’ un film del 1953, da non confondere con l’omonimo girato nel 2001 dall’australiano  Baz Luhrmann.  E’ la vita di Toulouse-Lautrec, il pittore francese che una caduta da...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Greta Thunberg, non è impossibile coniugare economia ed ecologia

Greta Thunberg, qualità personali a parte, è l’esempio massimo della coscientizzazione che può sviluppare una buona istruzione, tale da renderla anche capace di comunicare un suo disagio che, non a...

Fabio Massimo Tombolini - avatar Fabio Massimo Tombolini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]