Venerdì, 31 Agosto 2018 15:44

Domani nella battaglia pensa a me

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

A Stefano Cucchi 

I segni estesi sul tuo corpo fragile, tronco di vane speranze 

La pelle tumefatta come una tempesta di lampi di odio 

I pugni arrivano sul volto di ragazzo sperduto 

lacrime scendono come un fiume che corre incontro alla paura della morte 

E ogni calcio e' una pallottola che colpisce, distrugge ossa, calpesta membra e spezza ogni angolo di vita. 

Vita alla vita che se ne va cieca nel labirinto della umana bestialita' 

poi nel silenzio assordante di quando tutto e' finito, in lontananza, una sirena luminosa rompe ogni speranza 

E a noi resta una storia da raccontare, senza confini ne tempo. 

Domani nella battaglia pensa a me

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

labo.jpg

Cerca nel sito

IMG_4883.jpg

Opinioni

La “bella guagliona” di Bolzano che merita “Otto e mezzo”

La Sette è riconosciuta come il terzo polo televisivo italiano nel campo generalista. Il successo che le sta arridendo non è dovuto a programmi di facile ascolto e di resa...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

C’è un’alternativa nel trattamento dei rifiuti di cui non parla nessuno

Si tratta della la gassificazione al plasma, ovvero “del plasma o assistita dal plasma”, che può essere utilizzata per convertire materiali contenenti carbonio in gas di sintesi per generare energia...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077