BERLINO - Wim Wenders ha presentato ieri alla Berlinale il suo ultimo film, fuori concorso, “Every Thing Will Be Fine”. Le prime a tessere le lodi del regista tedesco, che vive un 2015 di gloria, sono le donne che hanno interpretato la sua pellicola, Marie-Josée Croze e Charlotte Gainsbourg “Wim Wenders è una leggenda, ha dato molto al cinema, all’arte in generale.

Published in Cinema & Teatro

BERLINO - La prevendita internazionale di Cinquanta Sfumature di Grigio, la cui uscita mondiale è fissata dalla Universal per l’11 febbraio, ha raggiunto i 2,75 milioni di biglietti venduti in 39 mercati internazionali.

Published in Cinema & Teatro

BERLINO - 450 pellicole, 19 film in concorso per l’Orso d’oro, sette giurati. Con questi numeri si è alzato il sipario sulla 65/esima edizione del Festival di Berlino. Una Berlinale in rosa: filo conduttore, come spiega il direttore Dieter Kosslick, sono le “donne forti in situazioni estreme”: tra religione, spiritualità e politica.

Published in Cinema & Teatro

BERLINO (nostro corrispondente) - Il festival del cinema di Berlino inizia in grande stile mitteleuropeo: l'anteprima mondiale del nuovo film di Wes Anderson, maestro del dialogo maliziosamente scolpito e meticoloso. Particolarmente appropriato in “The Grand Budapest Hotel” ispirato all’opera del prolifico scrittore austriaco Stefan Zweig.

Published in Cinema & Teatro
Venerdì, 07 Febbraio 2014 14:10

Berlinale 64. Gran galà d’apertura

BERLINO – (nostro corrispondente) Il Direttore del Festival Dieter Kosslick ha aperto il 64° Festival di Berlino al Berlinale Palast alle 19:30 di ieri, 6 febbraio. In un parterre gremito di star internazionali ad iniziare dal cast del film d’apertura, l’anteprima mondiale del novo film del regista Wes Anderson “The Gran Budapest Hotel”.

Published in Cinema & Teatro

BERLINO -  (nostro corrispondente) Inizia oggi la 64.ma edizione della Berlinale con oltre 400 titoli in cartellone, al Berlinale Palast in Marlene Dietrich Platz, sono in corso gli ultimissimi lavori del festival affidata all’opera in concorso “The Gran Budapest Hotel” di Wes Anderson: Il foyer dell'Hotel non è poi così lontano da un palcoscenico , Monsieur Gustave, il direttore è famoso per la sua leggendaria accoglienza. Lui conosce le inclinazioni e i desideri più segreti dei suoi ospiti eccentrici che vengono da molto lontano. Il protagonista è Ralph Fiennes intorno a lui ruotano Tilda Swinton, Jeff Goldblum, Bill Murray, Jude Law, Lea Seydoux, Murray Abraham, Mathieu Almarick, Adrian Brody e Willem Dafoe, Edward Norton e Saoirse Ronan.

La Germania ha quattro pellicole in concorso, mentre l’Italia non gareggia per l’assegnazione dell’Orso d’Oro ma è presente nella sezione Panorama con due documentari ed un lungometraggio: “Felice chi è diverso” di Gianni Amelio:  Una coppia di anziani omosessali in una città del nord Italia raccontano il  loro rapporto pluridecennale . Coppie gay provenienti da tutti i ceti sociali e le regioni del paese espongono e discutono sulle diverse condizioni che hanno determinato la vita gay in Italia. Le loro storie ricordano l'isolamento, la discriminazione, la sofferenza e la violenza, ma rivelano anche i disegni per una vita felice.

“Natural Resistance” di Jonathan Nossiterl’enologo Jonathan Nossiter analizza la produzione vinicola sempre più standardizzata in Francia , durante le passeggiate tra i vigneti e vari incontri con viticoltori italiani e scambi di esperienze. Quello che sembra un paradiso bucolico, dove le persone intelligenti producono vino secondo metodi biologici, in realtà si è rivelato essere un campo di battaglia. “In grazia di Dio” di Edoardo Winspeare: Italia meridionale, Salento. Una piccola fabbrica tessile a conduzione familiare è costretta a chiudere e tre generazioni di donne devono lottare per saldare i propri debiti. Calda e autentica la narrazione di Edoardo Winspeare riflette sia la crisi economica che l'identità di una regione. L'immaginario intenso implica una certa affinità arcaica alla natura , e le sue forti protagoniste femminili sono matriarche nel miglior senso della parola.

L’attrice e regista Valeria Golino è tra i tre giurati della miglior opera prima. 

Sfileranno sul tappeto rosso i protagonisti di “Monments Man”, il regista e protagonista George Clooney e la sua truppa di attori-sodali, Matt Damon, Bill Murray, John Goodman, Cate Blanchett. Il film è stato girato in Germania e racconta la storia di una squadra di storici dell'arte ed esperti incaricati dagli alleati di recuperare tesori dell'arte rubati dai nazisti. Sul tappeto rosso arriveranno anche Catherine Deneuve, Charlotte Gainsbourg, Bradley Cooper, Forest Whitaker,  Bruno Ganz, Uma Thurman, Viggo Mortensen. Abraham, Mathieu Almarick, Adrian Brody. Fuori concorso la versione integrale di “Nymphomaniac” del regista danese Lars von Trier, accanto alla protagonita Charlotte Gainsbourg, figurano numerose star internazionali: Stellan Skarsgård, Shia LaBeouf, Christian Slater, Jamie Bell, Uma Thurman, Willem Dafoe, Jean-Marc Barr, Udo Kier, nonché l’esordiente attrice inglese Stacy Martin. Atteso e controverso film, già sold out al botteghino. 

Published in Cinema & Teatro

ROMA - Un agente in carriera (Matt Damon) di una grande compagnia energetica americana, la Global, viene mandato in una cittadina di campagna: insieme a una collega (Frances Mc Dormand) dovrà convincere gli abitanti a cedere i loro terreni perché la compagnia possa costruire i suoi impianti di trivellazione e ricavare gas naturale.

Published in Cinema & Teatro

TRIESTE - Il festival cinematografico di Trieste anticipa ancora una volta le scelte dei curatori della Berlinale, che hanno voluto Luca Marinelli nella rosa delle Shooting Star 2013. A Maremetraggio Marinelli sarà il protagonista della prospettiva 2013.

Published in Cinema & Teatro

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]