I primi risultati dei test clinici sui vaccini contro Ebola saranno disponibili entro fine anno. Lo fa sapere l’Organizzazione Mondiale della Sanità che annuncia una nuova riunione del comitato d’emergenza per questo mercoledì, per fare il punto sulla diffusione del virus e per stabilire se occorrano ulteriori misure. Nei giorni scorsi in un documento interno svelato dalla stampa l’OMS ammetteva errori nella gestione della crisi. Se positivi, i vaccini saranno inviati in gennaio ai Paesi africani colpiti dal virus, che ha ucciso già circa 4.500 persone.

Published in Mondo

Un contatto tra il guanto protettivo e il viso: tanto è bastato all’infermiera spagnola, Teresa Romero, per rimanere contagiata da ebola. E in Europa, come negli Stati Uniti, le procedure di sicurezza sono sotto accusa, tanto che l’Oms ha pubblicato sul suo sito una serie di indicazioni su come proteggersi. Per evitare il contagio bisogna seguire i protocolli imposti per la rimozione delle attrezzature sanitarie: “I maggiori rischi nella cura del virus Ebola si affrontano nel momento in cui gli operatori sanitari si sfilano le tute protettive. 

Published in Mondo

BERLINO - L'ebola preoccupa non solo per la sua estrema letalità ma anche per i costi della terapia. Secondo der Spiegel il primo paziente curato in Germania è costato due milioni di euro.

Published in Mondo

NEW YORK - Il presidente Barack Obama ha appena nominato Ron Klain come super commissario per gestire Ebola e coordinare la risposta al virus che in Africa occidentale ha ucciso oltre 4.500 persone. Il termine informale usato negli Stati Uniti per definire la persone che assume poteri speciali per far fronte a un'emergenza è «Zar».

Published in Mondo
Venerdì, 17 Ottobre 2014 07:59

Ebola. Obama invia una task force in Liberia

WASHINGTON - Mentre negli Stati Uniti è effetto panico per una possibile diffusione di Ebola, il presidente americano barack Obama fa ricorso a un ordine esecutivo per cercare di dare una risposta all'allarme.

Published in Mondo

Il Ministero della Salute francese non conferma un caso di Ebola in Francia. Secondo la radio Europe 1, una donna “che avrebbe contratto il virus in Africa” si trova all’ospedale Bichat di Parigi, e “sono stati effettuati dei prelievi, che sono stati inviati all’Istituto Pasteur di Lione, per confermare l’infezione”. Gli esiti sarebbero attesi in giornata. In Macedonia le autorità hanno smentito che sia stata causata dal virus la morte di un britannico, arrivato il 2 ottobre nel Paese. 

Published in Mondo

ROMA - La diffusione rapida e incontrollata del virus dell’Ebola sta creando un allarme generale. ll segretario dell’Onu Ban Ki-moon, a margine dell’incontro organizzato a Washington dal Fondo monetario internazionale, ha avvertito che i casi di contagio stanno crescendo in modo esponenziale e ha dichiarato “serve assistenza 20 volte maggiore a quella attuale”, aggiungendo che servono laboratori mobili, personale medico addestrato, elicotteri e attrezzature di protezione.

Published in Società

ROMA - Circa 2,5 milioni di bambini sotto i 5 anni d'età sono attualmente esposti al rischio di contagio del virus ebola in Sierra Leone, Guinea e Liberia, dove già muoiono ogni giorno almeno 100 bambini di malaria, diarrea e polmonite. È quanto emerge dal rapporto di Save the Children  Nati per morire - Indice di rischio mortalità mamma-bambino, diffuso in occasione della ripartenza della campagna di sensibilizzazione  Every One.

Published in Mondo
Mercoledì, 08 Ottobre 2014 17:50

Ebola. Morto il paziente ‘zero' Thomas Duncan

DALLAS - Il primo paziente malato di ebola, ricoverato a Dallas, Thomas Eric Duncan, è morto questa mattina. Ad annunciarlo  il Texas Health Presbyterian Hospital.  L’uomo 42enne era ricoverato dallo scorso 28 settembre in isolamento.

Published in Mondo

In Sierra Leone, dove anche l’epidemia di Ebola può trasformarsi in una seppur misera occasione di guadagno, le squadre di lavoratori che scavano le fosse per seppellire le vittime del virus sono in sciopero in due distretti, compresa la capitale Freetown. Chiedono il pagamento di un indennizzo per l’elevato rischio di contagio. “È un lavoro che non ha futuro, quando l’epidemia sarà finita non ci sarà nulla quindi almeno che ci paghino, abbiamo bisogno di essere pagati” dice uno di loro.

Published in Mondo

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]