ITAITUBA (BRASILE)– Gli indigeni Munduruku sono impegnati, con l’aiuto di attivisti di Greenpeace, in un’operazione informale di delimitazione delle loro terre, nel cuore dell’Amazzonia, dove il governo brasiliano intende realizzare la mega diga di São Luiz do Tapajós. Un progetto devastante, che inonderà parte delle loro terre distruggendo una vasta area della foresta amazzonica.

Published in Società

Entro il 2050 barriere coralline addio e un’invasione di meduse nel Mediterraneo. Oggi il declino del 50% delle specie marine minaccia l'uomo e la natura Ma la cura per gli Oceani è nelle nostre mani: riduzione emissioni CO2 e acquisti consapevoli per il pesce di prodotti ittici

Published in Società

ROMA – Alla vigilia della giornata mondiale degli oceani, Greenpeace pubblica un rapporto scientifico che svela come l’Artico si stia scaldando due volte più in fretta che qualsiasi altra regione del mondo, con possibili gravi ripercussioni sull’intero clima terrestre. Nell’emisfero nord del Pianeta, in particolare, potranno aumentare i fenomeni meteorologici estremi.

Published in Società

Il bracconaggio insieme a tutte le forme di appropriazione illegale di risorse naturali con un fatturato annuale di 213 miliardi di dollari rappresenta il quarto mercato criminale del Pianeta

Published in Società

Tanti gli eventi in tutta la Penisola: passeggiate lungo itinerari storici e religiosi, biciclettate, visitate guidate e trekking urbano per riscoprire a piedi e in bicicletta l’Italia dei piccoli borghi

Published in Società

Sono 2.430 i comuni con meno di 5mila abitanti che soffrono un forte disagio: negli ultimi 25 anni 1 persona su sette se n’è andata. Aumenta dell’83% la popolazione anziana (oltre 2 anziani per 1 giovane). Quasi due milioni le case vuote, 1 ogni tre non è occupata

Published in Società

ROMA – Cresce il numero di aziende che si impegnano a produrre secondo lo standard Detox di Greenpeace, il più elevato per la gestione delle sostanze chimiche nelle filiere tessili.

Published in Società

A guidare la top ten dei rifiuti spiaggiati più trovati: pezzi di plastica e polistirolo (22,3%), cotton fioc (13,2%) e mozziconi di sigaretta (7,9%). Controlla lo stato della tua spiaggia

Published in Società

AMSTERDAM – Greenpeace rende noto che alcuni tra i più grandi marchi di prodotti ittici al mondo e alcune grandi catene di ristorazione hanno deciso di impegnarsi a fermare la pesca a strascico nel nord del Mare di Barents e a non vendere il pesce, in particolare il merluzzo, proveniente da quest’area. Tra i marchi a impegnarsi ci sono McDonald’s, Tesco, Iglo, Young’s Seafood, Icelandic Seachill, Russian Karat Group, Fiskebåt – che rappresenta l’intera flotta di pesca oceanica della Norvegia – e Espersen, il maggiore produttore di pesce congelato in Europa.

Published in Società

ROMA - È partita con grande partecipazione di cittadini e consumatori la raccolta di firme per una “Roma più sostenibile” promossa dalla Coldiretti Lazio e dalla Fondazione Campagna Amica.

Published in Società

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]