E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in questa sua opera prima racconta una storia vera accaduta nel 1998, a Nalchik, capitale della Repubblica di Cabardino-Balcaria, nel Caucaso Settentrionale, dove nel 1991 lo stesso regista è nato.

Published in Festival di Cannes

Goldstone è una città mineraria del deserto australiano, grande protagonista scenografico.

Published in Cinema & Teatro

VENEZIA - SINOSSI. Francesco Rosi ha inventato un nuovo stile narrativo per un cinema che prima di lui non esisteva. I suoi film nascevano da ricerche e inchieste sulla realtà del paese: lavorava sui documenti, su “ciò che era noto”. Ha raccontato il ‘potere’ che  corrompe e si corrompe quando si mischia alla criminalità.

VENEZIA - Arriva in prima mondiale alla 76. Mostra del Cinema di Venezia nella sezione ‘Venezia Classici’ documentari, Life As a B-Movie: Piero Vivarelli, il film di Fabrizio Laurenti e Niccolò Vivarelli dedicato a una delle personalità più estrose, originali e seminali dello spettacolo italiano (e non solo): Piero Vivarelli.

VENEZIA – SINOSSI. Sono trascorsi dieci anni dalla scomparsa del figlio di Elena, allora un bambino di sei anni. Dieci anni da quella telefonata in cui, solo e sperduto su una spiaggia delle Landes, le aveva detto che non riusciva più a trovare suo padre.

VENEZIA - Emilio Vedova, nato a Venezia nel 1919 e ivi scomparso nel 2006, iniziò a lavorare in fabbrica, presso un fotografo e un decoratore.

TAORMINA - Premiate con il Tao Award l’attrice Serena Autieri e Kulsum Shadab Wahab, a capo di Ara Lumiere, l’associazione che si batte contro gli attacchi con l’acido verso le donne.

Published in Cinema & Teatro

ROMA - La selezione ufficiale della 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica  (28 agosto - 7 settembre 2019) è stata presentata in conferenza stampa, dal Presidente della Biennale Paolo Baratta e dal direttore della Mostra Alberto Barbera, giovedì 25 luglio a Roma.

Il thriller The Burnt Orange Heresy di Giuseppe Capotondi con Claes Bang, Elizabeth Debicki, Donald Sutherland e Mick Jagger. Film di chiusura in prima mondiale della 76. Mostra di Venezia

Fernando Meirelles, regista nominato all'Oscar per “City of God”, e lo sceneggiatore tre volte candidato all'Oscar Anthony McCarten, raccontano la storia intima di uno dei passaggi di potere più drammatici degli ultimi duemila anni. 

Published in Cinema & Teatro

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]