×

Attenzione

JFolder: :files: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/vhosts/dazebaonews.it/httpdocs/images/foto-liberazione

×

Avviso

There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery Pro plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: images/foto-liberazione

Venerdì, 24 Aprile 2015 12:07

Fotografia. 25 aprile, festa della Liberazione. Un punto di partenza Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

“… NEL CUORE DEL FUTURO” è un progetto che mi accompagna da 5 anni, è un lavoro sulla memoria ma soprattutto sul nostro futuro. 

Ada Gobetti, rispondendo a chi le chiedeva cosa pensasse delle celebrazioni sulla Resistenza, affermò: "Mi sembra che la stiano impacchettando con un bel cartellino per mandarla al museo. Perché tagliarla fuori come un momento unico e irripetibile, parlarne come di un punto d'arrivo invece che di un punto di partenza? La sua validità sta nel fatto che in essa non poteva esistere conformismo: situazioni sempre nuove imponevano soluzioni sempre nuove, e questo bisogna farlo capire ai giovani. Se sapremo analizzare spregiudicatamente quel periodo con i suoi contrasti, i suoi limiti, i suoi errori, daremo loro la possibilità di una scelta. Ritroveranno quella stessa carica che avevamo noi: come ogni età dell'uomo ha la maturità che le è propria, così ogni epoca della storia ha la propria carica di giovinezza, che si può esprimere in forme e aspetti completamente diversi, ma avrà sempre uno stesso impeto creatore e innovatore".

Lavorare sulla memoria, sulla Resistenza mi permette di mischiare fotografia e letteratura, di gettare lo sguardo verso un futuro che necessita di radici profonde e forti. Se penso alla nostra Costituzione, ai valori di giustizia, di uguaglianza e libertà che custodisce, allora credo profondamente che 70 anni fa uomini e donne hanno determinato le condizioni per questa giovane Repubblica e che in quel periodo risiedano le nostre radici storiche e quelle future.

È il nostro punto di partenza, perché lì ci sono i valori più alti in nome di una società più giusta e di una società antifascista. Visito luoghi, partecipo a manifestazioni, feste e celebrazioni, cerco in questi eventi la dolcezza del momento, la necessità ancora oggi di vivere come assoluta questa storia. Oggi, dopo le svastiche a Sant’Anna di Stazzema, la medaglia a Paride Mori, la bandiera fascista davanti al Museo della Resistenza di Torino e altri eventi di questo tipo, sento come urgenti  le parole di Luzzatto: “inoculato a carissimo prezzo, il vaccino antifascista riesce tuttora indispensabile alla salute del nostro corpo politico.”  

FOTO DI ALESSIO DURANTI

{gallery}foto-liberazione{/gallery}

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: Siamo pronti ad affrontare lo tsunami digitale?

Siamo nel pieno delle sfide del mondo 4.0, una rivoluzione non solo industriale, ma anche personale e professionale.

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La Magia del Coaching e l’Expecto Patronum!

Facendo seguito ad una serie di considerazioni lette sulle riviste, fatte da alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, indicative di tanta confusione sul contesto del coaching, colgo questa occasione come...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077