ROMANZI
Teseo Parolini

Teseo Parolini

Venerdì, 05 Luglio 2013 12:42

Fired!

Licenziato. Brutta parola, che preme alla bocca dello stomaco e che si rifiuta di uscire, sia per chi la pronuncia che per chi la deve ascoltare. Queste alcune istantanee delle giornate lavorative di Vincenzo Prestanome, che lavora alla PTM da 11 anni e che fra poco si ritroverà licenziato.

Il vento è gelido e soffia forte sull’isola di Hilbre, sulla costa nordoccidentale dell’Inghilterra, dove la marea scopre ogni giorno miglia e miglia di fondo marino.

ROMA - Non ho mai conosciuto un uomo dotato di tanta speranza, né probabilmente lo troverò mai più: è questo l’epitaffio del Grande Gatsby. Siamo a New York nel 1922, corrono gli anni ruggenti al ritmo forsennato del charleston e del jazz, la borsa sale vertiginosamente facendo brillare la città con l’illusione di una ricchezza perenne, le feste annegano nell’alcol di contrabbando.

ROMA - Per i clienti Irene è Miele, è dolce e professionale. Ma fuori Irene è una ragazza che si è isolata dal mondo: si muove tra il Messico e Roma, tra le montagne e il mare, visita sempre nuovi posti, ma tutto appare uguale, sempre alberghi, aeroporti e corridoi.

ROMA - Basri ha 55 anni e per lavoro guarda i binari, cammina tutto il giorno per le linee deserte della ferrovia turca per trovare eventuali guasti. Guarda e non vede perché la sua testa è altrove: è una vita che lotta contro lo Stato, che cerca di sapere cosa è successo a suo figlio Seyfi, scomparso diciotto anni prima perché “si era messo contro il governo”.

ROMA - Saleem è un figlio dell’India che nasce la mezzanotte del 15 Agosto, quando la sua patria dichiara l’indipendenza. Per questo è un bambino particolare, caratterizzato dalla magia della speranza come tutti gli altri Figli della Mezzanotte, e con questi mille bambini condivide un destino altalenante, scandito dalle tappe della storia indiana, dalla persecuzione dei mussulmani alla guerra con il Pakistan, dalla guerra civile con cui nasce il Bangladesh fino alla repressione dello Stato di emergenza dichiarato dalla “madre della patria” Indira Ghandi.

ROMA - Barbara è la nuova pediatra assegnata a un piccolo ospedale di provincia, è scostante, fredda, dopo l’arresto i suoi amici l’hanno abbandonata, e ora è sola in questa sperduta cittadina che dà sul mare del nord, dove sono mandati al confino i dissidenti politici.

ROMA - Il mondo è al contrario: non stiamo parlando dell’Italia post elettorale, ma di Upside down, un visionario film il cui soggetto è molto interessante, metafora forse troppo palese della Terra.

ROMA - Steve (Matt Damon) è un brav’uomo,  ma il suo lavoro complesso non gli permette di dividere il mondo in buoni e cattivi.

ROMA - La storia, lo sappiamo, non ha eguali: I miserabli è uno dei più importanti romanzi che sia mai stato scrittto. Jean Valjean è un ex galeotto, un miserabile, che viene graziato dal dono di un sant’uomo e che passerà tutta la vita a cercare di meritarsi quella grazia.

Pagina 1 di 5

labo.jpg

Cerca nel sito

300x300.gif

300x300_canaletto_2.jpg

 

 

Poesia

Canto alla Luna

Raggi di luna ditemi voi perché questo cuore  ha ferite profonde e spasima e piange quell’amore lontano dagli occhi neri e il viso splendente.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Miserere (l'umanità degli ultimi)

Ho visto un uomo rovistare tra i cassonetti Le mani colorate di miseria 

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Opinioni

Cambiamenti climatici: le soluzioni di Paul Hawken, padre del capitalismo natura…

La coperta delle risorse naturali è corta e il benessere dell’umanità è minacciato dal riscaldamento del clima; per fortuna abbiamo già a portata di mano tutti gli strumenti necessari per...

Luigi Campanella - avatar Luigi Campanella

La vittoria sulla paura: vincere contro il cancro si può

Sul mare di Bari  al  2° Trofeo Nazionale “LILT di Dragon Boat tenutosi  il 22 e 23 settembre vince l’equipaggio in rosa delle  Pink Butterfly dell’associazione Pagaie Rosa dragon boat...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077