Mercoledì, 30 Maggio 2012 16:42

Male l’asta dei titoli italiani. Lo spread torna ad impennarsi

Scritto da

ROMA - Era qualche mese che i riflettori preoccupati allarmisti si erano spostati dal nostro paese. Il risultato odierno delle aste dei titoli di stato emessi dal Belpaese ci rimette però nell’occhio del ciclone.


Il collocamento odierno riguardava titoli con scadenza a cinque ed a dieci anni. In particolare il Tesoro è riuscito a collocare Btp per un totale di 5,74 miliardi di euro, con i titoli a 5 anni che sono stati assegnati per 3,39 miliardi, a fronte di una domanda di 4,5 miliardi, ed i titoli decennali, che sono stati assegnati per 2,34 miliardi a fronte di una domanda pari a 3,26 miliardi.
I rendimenti sono risultati in netta ascesa con la scadenza 2017 che ha fatto registrare un rendimento annuale lordo al 5,66%, un incremento dello 0,80 per cento rispetto all'asta precedente, tenutasi ad aprile, di titoli con pari durata. I BtP a dieci anni fanno invece registrare un rendimento in salita al 6,03 lordo annuo, con un più 0,19.


Il differenziale di rendimento tra i titoli a scadenza decennale italiani e gli omologhi di matrice tedesca, lo spread, è tornato a salire fino a sfiorare i 470, un livello che non si vedeva dal gennaio di quest’anno, ed ancora più preoccupanti sono le notizie in arrivo da Madrid. Lo spread Spagna-Germania ha infatti fatti segnare i 525 punti base.  I rendimenti dei bonos, le obbligazioni nazionali spagnole, sono così salite fino  al 6,57 per cento, meno di mezzo punto da quel 7,0 per cento che viene considerato un livello spartiacque e che nel recente passato ha reso necessario l’intervento di massicci aiuti internazionali per i paesi dell’area Euro che lo hanno raggiunto, Irlanda, Portogallo e Grecia.


Una delle cause dell’impennata dello spread spagnolo era stato visto nella notizia data dal 'Financial Times', e poi smentita dagli interessati, che aveva annunciato che la Banca centrale europea avrebbe respinto il piano del governo spagnolo per ricapitalizzare Bankia attraverso un debito garantito dalla Bce.
Gli operatori restano preoccupati e sottolineano come l’asta italiana odierna sia negativa per due aspetti, la richiesta per il titolo con scadenza decennale è stata deludente, con il rapporto tra domanda e offerta che si e' fermato a 1,40, ad un livello inferiore all’asta precdente che aveva un importo in offerta inferiore.
Il secondo aspetto negativo è lo schiacciamento verso l’alto della curva dei rendimenti, con una sensibile riduzione della pendenza dei rendimenti nel tratto incluso tra i 2 ed i 10 anni. Questo avviene in quanto viene visto come ugualmente pericoloso, e piuttosto pericoloso, un investimento a breve ed un investimento a lunga scadenza nei titoli italiani, ed a dimostrarlo ci sarebbe proprio il balzo dei rendimenti sulle scadenze quinquennali in asta (più 0,80 a 5,66 per cento) e sulle scadenze inferiori sul mercato secondario.
Tranne che a chi governa questo Paese, e questo continente, è ormai evidente a tutti che la via iper rigorista ha fallito; lo spread è sui medesimi livelli che faceva segnare litri e litri di lacrime e sangue fa.
Altre vie sono possibili.

Amerigo Rivieccio

Laureato in Economia Aziendale ed abilitato all'esercizio della professione di Promotore finanziario; dal 2001 sono contabile alla Camera dei deputati. Prima di approdare a Montecitorio sono stato ragioniere:
alla Presidenza del Consiglio; al Comune di Napoli; in una cava di inerti.
Ma sono stato anche Funzionario dell'Unione europea e arbitro nazionale di pallacanestro.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Andrea Camilleri, “contastorie” per sempre

Andrea Camilleri se ne è andato, a 94 anni,  mentre un suo racconto, l’ennesimo, era appena uscito in libreria e mentre si era appena spenta l’eco televisiva dell’ottava replica del...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Leggere i dati sull’economia. La storia dell’ESM raccontata dall’interno. Sovran…

Pochi giorni fa è stato diffuso dall’ESM, uno degli enti che è stato protagonista assoluto della storia economica contemporanea, un libro che ripercorre quanto avvenuto negli ultimi anni. Safeguarding the euro...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]