Lunedì, 23 Luglio 2012 16:50

Allarme sociale per i tagli alla sanità pubblica

Scritto da

Mentre il Parlamento deve ancora discutere il decreto sulla spending review e in attesa che la Conferenza Stato-Regioni definisca il nuovo Patto per la Salute – entro il 31 luglio? -, la situazione sul fronte della sanità si fa sempre più contraddittoria: il ministro Balduzzi rilascia dichiarazioni “a sorpresa” sulle cure primarie e sui nuovi Lea e il ministro Grilli afferma che non saranno ridotti i servizi ai cittadini.

Inoltre il sistema online per le ricette non funziona, i concorsi delle farmacie sono di fatto bloccati e la Corte Costituzionale dichiara illegittimi i nuovi ticket. Tra provvedimenti annunciati e poi smentiti, bozze che non vengono ufficializzate e responsabilità che nessuno vuole assumersi, lo scenario che si delinea è a dir poco confuso e l’unico punto fermo sembrano essere i tagli che il governo si appresta a mettere in atto. Nel frattempo nessuno si cura di ciò che è veramente importante per i cittadini e la cronaca ci informa di quotidiani casi di frodi alimentari pericolose per la salute, di corruzione (come il caso dei falsi poveri scoperti in Veneto, che beneficiavano illegittimamente dell’esenzione dal ticket) e di gravi errori sanitari (l’ultimo, drammatico esempio è costituito dal neonato morto a Roma nei giorni scorsi). Cresce, dunque, l’allarme sociale dei cittadini sullo stato attuale e soprattutto sul futuro della sanità nel nostro Paese. Federconsumatori ribadisce ciò che sostiene da mesi: la scelta di togliere fondi alla sanità pubblica è recessiva e penalizzante, poiché fa aumentare la spesa a carico dei cittadini per farmaci e prestazioni. Nell’incertezza degli sviluppi della crisi economica occorre dare priorità al rispetto dei diritti dei cittadini e in particolare del diritto alla salute. L’articolo 32 della Costituzione, infatti, stabilisce che lo Stato italiano “tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e della collettività e garantisce cure gratuite agli indigenti”. Le anticipazioni e le rassicurazioni diffuse finora sono troppe e inconcludenti. E’ legittimo il dubbio che si stia creando una “confusione” intenzionale prima di assestare la sforbiciata alla sanità.

Rosario Trefiletti

Presidente di Federconsumatori

www.dazebaonews.it

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]