Martedì, 09 Ottobre 2012 16:05

Capitale umano. Docufilm sulla battaglia dei lavoratori dell’Isfol

Scritto da
Rate this item
(0 votes)


ROMA- Si terrà domani 10 ottobre Auditorium dell’ISFOL, Corso d’Italia 33 alle ore 10.30 l’anteprima del Docufilm “Capitale Umano” sulla battaglia dei lavoratori dell’ISFOL.



Qual’ è il valore della ricerca pubblica nel nostro Paese? Chi ci guadagna a trasformare l’ISFOL, ente pubblico di ricerca che si occupa di lavoro, formazione e inclusione sociale, in una società per azioni? E quali interessi ruotano attorno ai fondi europei per la formazione? Sono alcune delle domande poste in “Capitale umano”,  docufilm sulla battaglia delle lavoratrici e dei lavoratori dell’ISFOL contro la chiusura dell’istituto.

Raccontato attraverso la voce diretta dei protagonisti, “Capitale umano”, realizzato per Mondi Visuali da Rossella Lamina e Nicola di Lecce, verrà proiettato in anteprima a Roma mercoledì 10 ottobre, alla presenza dei lavoratori dell’ISFOL e degli altri enti riuniti nell’assemblea pubblica DALLA LOTTA DELL’ISFOL ALLA DIFESA DEL SISTEMA DEGLI ENTI PUBBLICI DI RICERCA, organizzata dall’USB P.I. Ricerca.
L’assemblea è indetta presso l’Auditorium dello stesso ISFOL, in corso d’Italia 33, alle ore 10.30.

I lavoratori dell’ISFOL si sono resi protagonisti di un importante momento di lotta: sostenendo un mese di occupazione hanno bloccato il progetto del Ministro Fornero che puntava alla chiusura o, nella migliore delle ipotesi, al ridimensionamento dell’Ente.

“A partire da questa esperienza, USB Ricerca intende far ripartire una riflessione collettiva sull’attacco portato dall’attuale Governo agli Enti Pubblici di Ricerca e al mondo della ricerca pubblica in generale. Gli EPR sono infatti pienamente coinvolti nei processi di trasformazione che investono tutto il pubblico impiego, a partire dalla spending review, ma non solo. Infatti in molti enti, in particolare in quelli non vigilati dal MIUR, sono in atto processi di riordino che rischiano di minare alla radice la natura di questi istituti, il cui bagaglio di sapere è al servizio del Paese, e di mettere alla porta tanti lavoratori precari.
Contro questo attacco USB ritiene necessario organizzare un’opposizione sociale che difenda la ricerca pubblica libera ed indipendente come patrimonio collettivo irrinunciabile”

Read 4243 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]