Martedì, 18 Gennaio 2011 19:33

Eurobond. Sos Europa, ma Berlino non ci sta

Scritto da

ROMA - Tiene ancora banco la proposta di rafforzamento della European Financial Stability Facility, il fondo nato per soccorrere i paesi dell'Eurozona in difficolta' finanziarie, e la proposta di emissione di eurobond.

A riproporre l’argomento, dopo la riunione dei paesi virtuosi dell’area euro tenutasi l’altro ieri, ci ha pensato il presidente dell'Abi e di Banca Mps, Giuseppe Mussari.
Mussari ha dichiarato che tale rafforzamento “sarebbe utile perche' scoraggerebbe la speculazione sui titoli di Stato dei paesi piu' esposti dell'area della moneta unica.”
"Tutto cio' che viene per stabilizzare, per rendere le cose piu' tranquille, ben venga. Quando inizio' la crisi, il Governo varo' una serie di misure e disse: 'Noi le variamo non perche' siano oggi necessarie, ma perche' il fatto stesso di averle varate scoraggia chi vorrebbe speculare'. Il tema e' questo".


Il tema è però stato affossato ieri dalla convocazione da parte del ministro tedesco delle Finanze, Wolfgang Schauble, che ha fatto ricorso ad un innovativo, e sotto certi aspetti preoccupante, strumento convocando una riunione ristretta ai soli paesi dell’area Euro che ancora godono di un rating tripla A.
Sono infatti Germania, Francia, Olanda, Austria, Finlandia e Lussemburgo i paesi che perderebbero di più dalla emissione dei bond, visto che, assorbendo anche la situazione e la valutazione finanziaria dei paesi più deboli, sarebbero costretti a pagare un tasso d’interesse superiore.
L'Italia, intanto, che di questi paesi più deboli fa parte a pieno titolo, continua a opporsi alla proposta, prospettata inizialmente di introdurre misure di rafforzamento del Patto di stabilità. Misure che introdurrebbero automatismi per il rientro dei debiti pubblici eccessivi attraverso la diminuzione di un ventesimo all'anno per la parte eccedente il 60% del debito pubblico rispetto al Pil.
Sarà saggezza o follia?

Amerigo Rivieccio

Laureato in Economia Aziendale ed abilitato all'esercizio della professione di Promotore finanziario; dal 2001 sono contabile alla Camera dei deputati. Prima di approdare a Montecitorio sono stato ragioniere:
alla Presidenza del Consiglio; al Comune di Napoli; in una cava di inerti.
Ma sono stato anche Funzionario dell'Unione europea e arbitro nazionale di pallacanestro.

Correlati

Cerca nel sito

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

A Lamezia Terme nasce la Fondazione Dulbecco per lo studio e la produzione di anticorpi monoclonali di pronectine 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Scuola. La supremazia del banco

Scuola. La supremazia del banco

Bando europeo pubblicato, gara avviata, in attesa di aggiudicazione. In palio migliaia di banchi monoposto per una serena ripartenza delle scuole a settembre. Il dibattito pubblico intorno alla scuola ai tempi...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]