Mercoledì, 22 Gennaio 2014 15:19

Ultima chance per Alitalia. Confermati 1.900 esuberi, ma nessun licenziamento

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Oggi l'incontro con tutte le sigle sindacali. Probabile ricorso agli ammortizzatori sociali

ROMA  - L'Alitalia ha confermato i 1.900 esuberi già annunciati nel nuovo piano industriale, così ripartiti: 280 piloti, 350 assistenti di volo, 480 addetti come personale di terra, 190 del settore manutenzione e 600 negli uffici. Tuttavia i vertici Alitalia hanno fatto sapere che si impegneranno  con i sindacati a non licenziare nessun dipendente. Insomma,  il problema verrà risolto con il ricorso agli ammortizzatori sociali. È quanto riferiscono i sindacati al termine della riunione di stamane. I rappresentanti dei lavoratori hanno tenuto a precisare che quello proposto dall'Alitalia non è un piano industriale, ma solo un piano di sopravvivenza per garantire la continuità aziendale finchè non si chiuderà la trattativa con Etihad. 

"L'incontro di oggi - spiega il segretario nazionale della Filp-Cgil, Mauro Rossi - è stato un approfondimento area per area. Il piano che c'è stato illustrato  ha come obiettivo quello di garantire la continuità aziendale con un taglio dei costi che, per il mondo del lavoro, dovrebbe essere di 128 milioni. Abbiamo iniziato un approfondimento settore per settore e ci hanno garantito che non ci saranno licenziamenti. L'azienda ci ha chiesto di verificare il ricorso agli ammortizzatori sociali a seconda dell'area e gli incontri proseguiranno, già venerdì prossimo, per esaminare il ventaglio degli ammortizzatori sociali disponibili".

"Tutto ha senso - ha continuato Rossi - se riusciremo a trovare un accordo e poi si avrà un vero e proprio piano industriale solo in presenza di un alleato perchè ora siamo davanti ad una sorta di 'piano-pontè per arrivare vivi all'alleanza perchè l'Alitalia può avere un futuro solo se avrà un alleato". 

C'è quindi il timore di una nuova ondata di cassaintegrati o forse di contratti di solidarietà? E' presto per dirlo visto che  tutte le sigle sindacali dovranno incontrare i vertici dell'azienda. L'amministratore delegato della compagnia, Gabriele Del  Torchio, dal canto suo, mette le mani avanti: "Sarà una  trattativa lunga, ma penso che il buonsenso prevarrà e penso anche che questa sia l'ultima opportunità per Alitalia".

Read 1935 times Last modified on Mercoledì, 22 Gennaio 2014 16:23

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]