Sabato, 18 Ottobre 2014 14:28

Crisi. Quasi un discoccupato su 10 disponibile a reati

Scritto da

COMO  - «Il 61% dei disoccupati è disposto ad accettare un posto di lavoro in un'attività dove la criminalità organizzata ha investito per riciclare il denaro e quasi uno su dieci (l'8%) è pronto anche a commettere reati». È quanto emerge dall'indagine Coldiretti sul prezzo dell'illegalità, sulla base dei dati Ixè, presentata al Forum internazionale dell'agricoltura e dell'alimentazione che si chiude oggi a Cernobbio. 

La criminalità organizzata trova, insomma, «terreno fertile nel tessuto sociale ed economico indebolito dalla crisi- segnala la ricerca- come dimostra il fatto che mafia, camorra, 'ndrangheta e company possono contare su un esercito potenziale di ben 230mila persone che non avrebbero problemi a commettere consapevolmente azioni illegali pur di avere un lavoro».  L'allentamento della tensione morale nei confronti della malavita provocato dalla crisi «tocca la vita di tutti i giorni come conferma il fatto che- continua la Coldiretti- quasi un italiano su cinque (18%) non avrebbe problemi a recarsi in un pizzeria, ristorante, bar o supermercato gestito o legato alla criminalità organizzata purchè i prezzi siano convenienti (9%), i prodotti siano buoni di ottima qualità (5%) o addirittura se il posto sia comodo e vicino a casa (4%)».

«Bisogna spezzare il circolo vizioso che lega la criminalità alla crisi, con interventi per favorire, soprattutto tra i più giovani, l'inserimento nel mondo del lavoro, e l'impegno delle istituzioni, della scuola e delle organizzazioni di rappresentanza- esorta il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo- per scongiurare il pericolo che legittime aspirazioni ad avere un'occupazione possano essere sfruttate per alimentare l'illegalità».

Intanto, però, «quasi un italiano su cinque (17%) ha commesso furti anche piccoli perchè costretto dalle difficoltà economiche che spingono a rubare per soddisfare anche i più elementari bisogni e le più tradizionali abitudini», risulta ancora dall'indagine Coldirettì sul prezzo dell'illegalità svolta sulla base dei dati Ixè.

Nella stragrande maggioranza, il 68% dei casi, sono stati sottratti generi alimentari, nell'11% oggetti per i figli e nel 10% strumenti di lavoro. Il risultato è che «i furti nei supermercati in Italia hanno superato il valore di 3 miliardi di euro all'anno». Nella lista dei prodotti che scompaiono più facilmente dagli scaffali dei supermercati ci sono - riferisce la Coldiretti - i prodotti per la barba, accessori per l'abbigliamento, formaggi, giacche e cappotti, carne e profumi. In Italia sono poi presi particolarmente di mira le specialità alimentari come il Parmigiano Reggiano e il Grana Padano che attirano i «topi» di supermercato, ma anche i salumi di qualità ed i vini o i liquori. In aumento però anche i furti di prodotti agricoli nelle campagne, dalle insalate alla frutta, ma anche animali dalle pecore alle galline.

(Dire)

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Arte. Il “Cencio” di Milo Manara e la Madre di Dio sotto il cielo di Siena

SIENA - Il grande filosofo Friedrich Nietzsche sosteneva che ogni verità è curva e Milo Manara l'artista che ha dipinto il Palio dedicato alla Madonna Assunta in cielo del 16...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]