Print this page
Domenica, 02 Novembre 2014 13:13

Ast Terni. Operai avanti con lo sciopero, basta ricatti

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

TERNI . «Andiamo avanti con lo sciopero e la lotta, non possiamo sottostare ai ricatti dell'azienda»: è praticamente unanime l'opinione dei dipendenti dell'Ast di Terni, che questa mattina si sono riuniti in assemblea. Circa un migliaio le persone che hanno partecipato all'incontro davanti ai cancelli della fabbrica di viale Brin.

La proposta di proseguire lo sciopero avanzata dalle rsu non è stata votata ma i dipendenti l'hanno di fatto approvata con gli applausi agli interventi. 

Lo sciopero proseguirà fino a giovedì quando è previsto un nuovo incontro al ministero dello Sviluppo economico, a Roma, tra sindacati e azienda per la ripresa del confronto sul piano industriale dell'Ast. L'assemblea di oggi è stata caratterizzata da un'atmosfera tesa in alcuni momenti, con interventi anche contrastanti in qualche caso, ma sono stati numerosi gli applausi diretti a chi ha dichiarato di volere continuare lo sciopero, come già deciso da rsu e sindacati di categoria. Anche a fronte dell'annuncio dell'azienda che gli stipendi di ottobre verranno pagati solo dopo lo stop dell'astensione dal lavoro. «Stringiamo i denti, se cediamo ora è come se avessimo giocato» ha detto il segretario territoriale della Fiom Claudio Cipolla alla folla, raccogliendo ampio consenso. «Non escludiamo una denuncia per appropriazione indebita nei confronti dell'ad Lucia Morselli per il non pagamento degli stipendi - ha proseguito-, nè una procedura collettiva per mobbing». 

Read 3285 times
Super

Correlati

Ultime da Super

Related items