Martedì, 18 Novembre 2014 15:28

Ast di Terni. Trattativa a oltranza al ministero dello Sviluppo

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - E’ iniziata stamattina la trattativa ‘ad oltranza’ al ministero dello Sviluppo economico per lo sblocco della vertenza Ast di Terni. Il tavolo è presieduto dal dal ministro Federica Guidi, sono presenti tra gli altri il sottosegretario al Lavoro Teresa Bellanova, l'amministratore delegato di Ast Lucia Morselli e i rappresentanti sindacali di categoria. Partecipa anche il segretario generale della Fiom Maurizio Landini.

Dopo l'incontro di ieri a Monaco tra ThysseKrupp  e sindacati, il caso è dunque tornato al Ministero dello sviluppo economico con "l'intento - come ha spiegato il ministro Guidi - di andare verso una soluzione positiva che dia uno sbocco a questa vicenda compreso il fatto dell'operatività". "Il Governo - ha detto il ministro dello Sviluppo Guidi - ha chiesto all'azienda di fare una valutazione rispetto a un piano di investimenti che noi vorremmo fosse quadriennale e quindi anche di mantenimento dell'integrità del sito". 

Le due questioni fondamentali dunque rimangono il mantenimento in funzione di entrambe gli altoforni e i livelli di produzione.

Intanto i sindacati fanno sapere che le assemblee previste per domani sono state sospese. Lo riferisce il coordinatore nazionale siderurgia della Fim, Sandro Pasotti. "Abbiamo convenuto di iniziare una trattativa no-stop fino alla possibile, anche se non certa, intesa. Cambia quindi il programma. Le assemblee programmate per domani sono sospese in attesa di una possibile ipotesi di accordo". I sindacati, riferisce ancora Pasotti, hanno verificato la disponibilità dell'azienda ad "esplorare tutti i punti" e credono si possa "cominciare la trattativa finale". 

Il segretario generale Ugl metalmeccanici, Maria Antonietta Vicaro, questa mattina prima di entrare al ministero dello Sviluppo economico aveva dichiarato che dopo 27 giorni di scioperi, l'incontro di oggi sarebbe stato decisivo e che i sindacati sono  pronti a una trattativa a oltranza”.

Presente all’incontro anche il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini il quale sottolineando la difficoltà delle condizioni attuali sulle quali far proseguire la trattativa ha dichiarato: "Oggi ci aspettiamo che ci sia la possibilità di acquisire certezze che ora non abbiamo sul piano industriale: possibilità concreta di investimenti futuri, mantenimento dei due forni e una prospettiva temporale sono le condizioni per aprire il confronto. Ci auguriamo - ha concluso Landini - di partire da un piano industriale concreto”. 

Read 3272 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]