Lunedì, 24 Novembre 2014 18:31

Il governo plaude l'austronauta italiana, ma taglia i finanziamenti

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - "A distanza di pochi mesi, si  ripresenta in tutta la sua gravità il problema dei finanziamenti del settore spaziale italiano. Già a luglio scorso, grazie alla  mobilitazione dei lavoratori della Thales Alenia Space Italia, è stata scongiurata la cassa integrazione per 350 tra ingegneri e tecnici  altamente specializzati". Lo dichiara Fabrizio Potetti, coordinatore nazionale Fiom-Cgil per i gruppi Thales Alenia Space, Telespazio e E-Geos.

"Il 5 agosto veniva firmata una tranche di 66 milioni di euro per il proseguimento delle attività fino a gennaio del 2015. Le istituzioni  competenti (Agenzia spaziale italiana e ministeri dell''Università e  Ricerca e della Difesa) garantivano il loro impegno al reperimento dei finanziamenti necessari. La Fiom-Cgil ha più volte ribadito che non si può pensare di ''fare spazio'' senza finanziamenti pubblici e soprattutto senza una continuità dei finanziamenti, sottolineando la necessità di una visione, con relativi finanziamenti, almeno triennale", dice Potetti.

"Ad oggi, nella legge di stabilità non sono previsti finanziamenti, con il governo che ha modificato in peggio l''emendamento relativo al finanziamento per progetti di ricerca e sviluppo per programmi spaziali europei.", spiega.  "Come Fiom -aggiunge Potetti- ribadiamo la contrarietà a una posizione di questo tipo che, nella pratica, impedirà il proseguimento delle attività spaziali in Italia. In questo modo, oltre a dimostrare l''assoluta mancanza di conoscenza di come funzionano gli investimenti e le attività in questo settore, il governo decide di fatto la non prosecuzione di Cosmo/Seconda generazione e del Programma spaziale nazionale. Oltre alla figuraccia internazionale infatti, si produrranno danni enormi alle aziende e ai lavoratori, con molti professionisti del settore che, vista la probabile prospettiva della cassa integrazione, potrebbero andare alla concorrenza (tedesca, francese e inglese in particolare)".

"Proprio da questa generazione nuova che si è affacciata alla guida del Paese ci saremmo aspettati un modo diverso di affrontare i problemi", dice Potetti, aggiungendo: "Assistiamo indignati alla sequela di dichiarazioni istituzionali sui successi delle attività italiane nello spazio, ad esempio riguardo la sonda Rosetta o la prima astronauta italiana nello spazio, da parte di chi invece, con le decisioni attuali, mette fortemente in discussione la prosecuzione di attività e successi pensati molto lontanamente nel tempo da chi sicuramente aveva una visione molto più moderna e strategica dell''Italia".

"Per questi motivi organizzeremo assemblee in tutte le aziende interessate per costruire una vertenza nazionale sullo spazio e le iniziative di lotta necessarie per cambiare quanto deciso dal governo nella legge di stabilità. Per la Fiom-Cgil un più alto finanziamento dei programmi spaziali compresa la ricerca e sviluppo di nuove attività, una maggiore attenzione e gestione dei rapporti nelle alleanze internazionali e nell''Agenzia spaziale europea, una gestione unitaria delle politiche sullo spazio, sono le condizioni imprescindibili e necessarie", conclude Potetti.

Read 3552 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]