Domenica, 31 Ottobre 2010 16:50

Crollo del mercato dell'auto in ottobre: - 29%

Scritto da

ROMA - Crollo del mercato dell'auto a ottobre, con un -29%, e pesanti ripercussioni per il milione di persone che tra concessionari, costruttori e indotto lavorano in Italia nel settore: sono le stime di Federauto, l'associazione che raggruppa i concessionari di tutti i brand commercializzati in Italia.

«Un paio di giorni fa avevamo presunto che il calo di mercato di ottobre si sarebbe attestato tra il -20 e il -25%. Gli indicatori a nostra disposizioni prospettavano una situazione ancora più critica, ma non è difficile immaginare le forzature delle Case l'ultimo giorno, come le chilometri zero o le vendite ai noleggi: per questo eravamo stati cauti - spiega Filippo Pavan Bernacchi, da gennaio presidente della Federauto -. E invece la realtà, quasi nuda e cruda perchè abbiamo registrato poche forzature, fa registrare un -29% circa». L'auto - ricorda l'associazione - fattura complessivamente il 20% del Pil e non si può pensare di rilanciare l'economia senza affrontare con decisione e immediatezza la crisi del comparto. «Purtroppo quando si parla di auto ci riferisce soltanto al comparto industriale, e spesso in questo errore incappano anche i manager della case, trascurando una parte fondamentale che è la distribuzione in generale e i concessionari d'auto in particolare - sottolinea Pavan Bernacchi - Abbiamo chiesto già il 5 ottobre scorso un incontro urgente al neo ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani: ma la nostra voce resta per ora inascoltata». Eppure, secondo Pavan Bernacchi, «affrontando i temi dello svecchiamento del parco circolante, che si tradurrebbe in auto più sicure, minori morti o invalidità permanenti utilizzando auto con ABS, ESP, Airbag, scocche a deformazione programmata. E in auto meno inquinanti grazie ad alimentazioni quali Gpl e metano o vetture a basse emissioni di CO2, otterremmo di rispettare l'obiettivo europeo in materia e di disporre di un ambiente più sano. E rivedendo la fiscalità delle auto aziendali si potrebbe aiutare anche le aziende a svecchiare i parchi oramai cristallizzati. Questo - conclude - anche a costo zero per lo Stato».

Correlati

Cerca nel sito

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

C’è sempre un Simenon in libreria

C’è sempre un Simenon in libreria

Vai dal tuo libraio e ti senti chiedere: “Hai visto il nuovo Simenon?”  e ti mette in mano La fattoria del coupe de vague, un Simenon d’annata che Adelphi pubblica...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

“Reimagine”, breve film sull’importanza vitale della ricerca scientifica

“Reimagine”, breve film sull’importanza vitale della ricerca scientifica

L’emergenza Covid ha reso ancor più evidente di quanto non fosse sempre stato l’importanza della ricerca farmaceutica. Novartis, impegnata a scoprire nuovi farmaci è tra le prime aziende al mondo...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]