Martedì, 16 Dicembre 2014 15:22

Occupato Ispra contro tagli e licenziamenti

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - "I lavoratori dell'Ispra aderenti all'Unione sindacale di base tornano in lotta occupando la sala riunioni del Consiglio d''amministrazione dell''istituto, in via Vitaliano Brancati 48 a Roma, dove è in corso un'assemblea permanente e aperta alla quale stanno partecipando oltre 100 lavoratori".

La protesta - spiega una nota - è indetta contro la situazione generale dell'ente e il rischio che oltre 60 tra ricercatori e tecnici vengano lasciati a casa a fine anno. "I problemi causati dal tagli al bilancio dell'ente, voluti dal Governo Renzi e dai governi che l''hanno preceduto, insieme alla volontà del ministero dell'Ambiente di demolire il ruolo pubblico dell’Ispra e le sue attività, mettono a rischio la stessa sopravvivenza dell'Istituto ed il lavoro di ricerca e controllo ambientale finora svolto", denuncia Usb. In particolare, il ministero dell'Ambiente "sta da tempo rinviando la firma per la proroga della convenzione sulla Strategia marina (direttiva europea che l'Italia deve attuare entro il 2020, pena procedura di infrazione) e sulla quale l'Ispra ha finora svolto un ruolo fondamentale". Se tale convenzione non verrà stipulata entro la fine dell'anno, "oltre 20 ricercatori saranno licenziati, preludendo a una vera e propria privatizzazione delle attività, che finirebbero per essere svolte da soggetti disposti a rinunciare completamente ad un ruolo di terzietà”.

Per l'Usb "non appare casuale l''attacco a chi si occupa di ambiente, visto il ruolo di vigilanza che l'Ispra deve svolgere anche rispetto all'impresa privata, come testimonia il caso dell'Ilva". Un attacco "da inquadrare all'interno di quello generale rivolto contro tutta la ricerca pubblica in Italia: i continui tagli degli ultimi anni, sommandosi al gia'' basso volume di investimenti nel comparto, stanno portando all''indebolimento o lo smembramento di tutti i presidi pubblici del nostro Paese". L'Usb - chiude la nota - "continuerà’’ a lottare in difesa della ricerca Pubblica, anche sostenendo le battaglie all'interno e all'esterno dell'Ispra". (Dire)

Read 3224 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]