Giovedì, 05 Febbraio 2015 11:29

Crisi. Botteghe artigiani in via d'estinzione

Scritto da

La CGIA ha stilato anche l’elenco di una ventina di vecchi mestieri artigiani scomparsi o in via di estinzione

Prosegue la moria delle imprese artigiane: dall’inizio della crisi ad oggi, in Italia si contano quasi    94.400 botteghe in meno. Se nel 2009 le imprese attive sfioravano quota 1.466.000, al 31 dicembre 2014 la platea è scesa a circa 1.371.500 unità (vedi Tab.1). Le Regioni che in termini assoluti hanno perso il maggior numero di imprese artigiane sono state la Lombardia (-11.939), l’Emilia Romagna (-10.126), il Piemonte (-10.071) e il Veneto (-9.934). In termini percentuali, invece, i territori più colpiti sono stati la Sardegna (-12,2%), il Molise (-9,7%) e l’Abruzzo (-9,4%) (vedi Tab. 2).

Le statistiche sono state elaborate dall’Ufficio studi della CGIA su dati camerali.  

Costruzioni (-17,4%), trasporti (-13,5%) e attività di natura artistica (-11%) sono stati i settori che in termini percentuali hanno subito i contraccolpi più pesanti. In termini assoluti, invece, sono stati gli impiantisti (elettricisti, idraulici, manutentori, etc.) a subire la contrazione assoluta più importante: - 27.502 unità. Pesante anche la situazione registrata nell’edilizia (- 23.824) e nell’autotrasporto (-13.863). Le attività che, invece, hanno “battuto” la crisi sono state le imprese di pulizia (edifici/impianti) e il giardinaggio (+9.477 imprese), il settore alimentare (rosticcerie, friggitorie, pasticcerie, gelaterie, etc.), con + 3.527 imprese e il settore della produzione di software (+1.762 unità) (vedi Tab. 3).

Difficile, altresì, anche la situazione dell’artigianato produttivo: con 10.633 chiusure le officine fabbrili sono state le più penalizzate a cui si aggiungono le falegnamerie (-6.757 unità) e le attività del Tac (tessile, abbigliamento e calzature), con 5.409 aziende in meno (vedi Tab.4).

“Oltre il 54 per cento della contrazione complessiva delle imprese artigiane – fa notare il segretario della CGIA Giuseppe Bortolussi – riguarda attività legate al comparto casa. Edili, lattonieri, posatori, elettricisti, idraulici, manutentori caldaie, etc. stanno vivendo anni difficili e molti sono stati costretti a chiudere definitivamente la saracinesca della propria attività. La crisi del settore e la caduta verticale dei consumi delle famiglie sono stati letali. Oltre a ciò, ci preoccupa anche lo stato di salute di alcune professioni storiche dell’artigianato che ormai stanno scomparendo. Vuoi per le profonde trasformazioni che i rispettivi settori stanno subendo o per il fatto che i giovani non si avvicinano più a questi mestieri: come i barbieri, i calzolai, i fotografi, i rilegatori o le ricamatrici che con le loro botteghe hanno caratterizzato la vita quotidiana di tanti paesi e città. Senza dimenticare i norcini e i casari che hanno contribuito a sviluppare una cultura agroalimentare che, in loro assenza, rischiamo di perdere.” 

Per questa ragione la CGIA ha elencato una ventina di mestieri che negli ultimi decenni sono pressoché scomparsi dalle nostre città e nei paesi di campagna o professioni che sono in via di estinzione a causa delle profonde trasformazioni tecnologiche che li hanno investiti.

Tab. 1 - La caduta delle imprese artigiane in Italia (2009-2014)

Dati su imprese attive a fine anno; variazioni assolute e %

 

2009

2014

Var. ass. 2014-2009

Var. % 2014/2009

Totale imprese attive

5.283.531

5.148.413

-135.118

-2,6

di cui artigiane

1.465.949

1.371.577

-94.372

-6,4

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati camerali

Tab. 2 - Analisi imprese artigiane per regione (2009-2014)

Dati su imprese artigiane attive a fine anno; variazioni assolute e %

REGIONI

2009

2014

Var. ass. 2014-2009

Var. %. 2014/2009

SARDEGNA             

42.522

37.344

-5.178

-12,2

MOLISE               

7.622

6.879

-743

-9,7

ABRUZZO              

36.116

32.733

-3.383

-9,4

SICILIA              

84.560

76.738

-7.822

-9,3

CALABRIA             

37.167

33.733

-3.434

-9,2

BASILICATA           

11.987

10.932

-1.055

-8,8

UMBRIA               

24.327

22.255

-2.072

-8,5

VALLE D'AOSTA        

4.243

3.899

-344

-8,1

TOSCANA              

118.233

108.881

-9.352

-7,9

PUGLIA               

78.242

72.346

-5.896

-7,5

PIEMONTE             

136.015

125.944

-10.071

-7,4

MARCHE               

51.712

47.993

-3.719

-7,2

EMILIA ROMAGNA       

144.465

134.339

-10.126

-7,0

VENETO               

143.330

133.396

-9.934

-6,9

CAMPANIA             

74.969

71.143

-3.826

-5,1

FRIULI-VENEZIA GIULIA

30.537

28.999

-1.538

-5,0

LOMBARDIA            

265.301

253.362

-11.939

-4,5

LIGURIA              

46.724

45.052

-1.672

-3,6

TRENTINO - ALTO ADIGE

26.906

26.318

-588

-2,2

LAZIO                

100.971

99.291

-1.680

-1,7

ITALIA

1.465.949

1.371.577

-94.372

-6,4

         

MEZZOGIORNO

373.185

341.848

-31.337

-8,4

NORD EST

345.238

323.052

-22.186

-6,4

CENTRO

295.243

278.420

-16.823

-5,7

NORD OVEST

452.283

428.257

-24.026

-5,3

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati camerali

Tab. 3 - Analisi dei settori artigiani negli ultimi 5 anni

Dati su imprese artigiane attive a fine anno; variazioni assolute e %

Principali settori artigiani

2009 

2014 

Var. ass. 2014-2009

Var. %. 2014/2009

Costruzioni

137.104

113.280

-23.824

-17,4

Trasporto

102.849

88.986

-13.863

-13,5

Creazioni artistiche

6.698

5.962

-736

-11,0

Attività manifatturiere (*)

355.341

321.178

-34.163

-9,6

Riparazione computer e beni per uso personale e per la casa

37.588

34.522

-3.066

-8,2

Lavori costruzione specializzati (impianti, finitura edifici ecc.)

446.826

419.324

-27.502

-6,2

Riparazione autoveicoli (2)

91.336

86.236

-5.100

-5,6

Attività connesse a settore primario (5)

10.548

9.986

-562

-5,3

Attività fotografiche, design e altre attività tecniche

24.685

24.325

-360

-1,5

Servizi alla persona (1)

147.624

149.229

+1.605

+1,1

Gelaterie, pasticcerie, rosticcerie ecc. (3) 

45.782

49.309

+3.527

+7,7

Magazzinaggio e corrieri

2.610

2.824

+214

+8,2

Attività cinematografiche, produzione software (4) 

10.185

11.947

+1.762

+17,3

Pulizie (edifici/impianti), cura paesaggio, altri servizi a imprese

37.244

46.721

+9.477

+25,4

Totale imprese artigiane (**)

1.465.949

1.371.577

-94.372

-6,4

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati camerali

NOTE:

(1) Acconciatori, estetiste ecc..

(2) Include anche alcune attività artigianali/commerciali connesse inserite nello stesso settore (ad esempio ottica).

(3) Include anche ristorazione mobile e attività connesse.

(4) E altre attività connesse a servizi di informazione e comunicazione.

(5) Servizi meccanizzazione agricola, lavori sistemazione agraria, creazione e manutenzione aree verdi.

(*) Vedi focus su Tab. 4.

(**) Il totale include anche settori residuali e imprese non classificate (non riportati in tabella). Nel 2014 queste voci non inserite in tabella ammontavano a quasi 8 mila (imprese artigiane attive). Pertanto la somma delle singole voci riportate in tabella differisce dal totale delle imprese artigiane.

Tab. 4 - Focus su Attività manifatturiere

Dati su imprese artigiane attive a fine anno; variazioni assolute e %

Attività manifatturiere

2009

2014

Var. ass. 2014-2009

Var. % 2014/2009

Mezzi trasporto

4.855

3.772

-1.083

-22,3

Macchinari

15.937

12.411

-3.526

-22,1

Ottica ed elettronica

4.841

3.922

-919

-19,0

Legno e sughero (esclusi i mobili)

36.842

30.085

-6.757

-18,3

Mobili

18.352

15.166

-3.186

-17,4

Industrie residuali (*)

9.647

7.990

-1.657

-17,2

Apparecchiature elettriche

7.124

5.928

-1.196

-16,8

Vetro, refrattari, piastrelle, terracotta, porcellana ecc.

18.314

15.573

-2.741

-15,0

Prodotti in metallo

79.282

68.649

-10.633

-13,4

Carta e stampa

15.109

13.542

-1.567

-10,4

Gomma e materie plastiche

5.478

4.941

-537

-9,8

Tessile, abbigliamento, pelle e calzature

57.713

52.304

-5.409

-9,4

Gioielli e articoli connessi

10.475

9.603

-872

-8,3

Strumenti e forniture mediche/dentistiche

17.610

16.802

-808

-4,6

Alimentare e bevande

39.477

40.486

+1.009

+2,6

Riparazione, manutenzione ed installazione di macchine

14.285

20.004

+5.719

+40,0

Totale imprese artigiane manifatturiere

355.341

321.178

-34.163

-9,6

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati camerali

(*) Industrie residuali: musicali, sportivi, giocattoli, scope, spazzole, ombrelli, cancelleria, chimica/farmaceutica e coke.

Mestieri artigiani scomparsi o in via di estinzione

Arrotino (molatore o affilatore di lame)

Barbiere (addetto al taglio dei capelli su uomo e alla rasatura della barba)

Calzolaio (riparatore di suole, tacchi, borse e cinture)

Casaro(addetto alla lavorazione, preparazione e conservazione dei latticini)

Canestraio (produttore di canestri, ceste, panieri, etc.)

Castrino  (figura artigianale tipica del mondo mezzadrile con il compito di castrare gli animali)

Ceraio (produttore di torce, lumini e candele con l’uso della cera)

Cocciaio (produttore di piatti, ciotole e vasi)

Cordaio (fabbricante di corde, funi e spaghi)

Fotografo 

Guantaio (produttore e riparatore di guanti)

Legatore (rilegatore di libri)

Norcino (addetto alla macellazione del maiale e alla lavorazione delle carni)

Materassaio (colui che confeziona o rinnova materassi, trapunte, cuscini, etc.)

Mugnaio (macinatore di grano e granaglie)

Maniscalco  (addetto alla ferratura dei  HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Cavallo" \o "Cavallo" cavalli, degli  HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Asino" \o "Asino" asini e dei  HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Mulo" \o "Mulo" muli)

Ombrellaio (riparatore/rattoppatore di ombrelli rotti)

Ricamatrice  (decoratrice del tessuto con motivi ornamentali)

Sarto/a (colui o colei che confeziona abiti maschili o femminili)

Selciatore (addetto alla posa in opera di cubetti di porfido) 

Sellaio (produttore di selle per animali)

Scopettaio (produttore di spazzole e scope)

Scalpellino (colui che sgrossa e lavora la pietra o il marmo con lo scalpello) 

Seggiolaio (produttore o riparatore di seggiole impagliate)

Fonte: CGIA

 

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]