Venerdì, 12 Giugno 2015 20:34

Jobs Act, “L’inganno a danno di precari e inoccupati continua”

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri sera gli ultimi sei decreti attuativi del Jobs Act, due dei quali - riordino delle tipologie contrattuali e conciliazione dei tempi di vita e lavoro - in via definitiva. Gli studenti della Rete della Conoscenza attaccano: “Mentre si continua a togliere diritti a tutti, prosegue l’inganno a danno di precari e inoccupati”.


 
ROMA - “Nonostante le critiche provenienti da più parti, il Governo non ha voluto modificare l’impostazione politica dell’intervento sulle tipologie contrattuali.” - dichiara Riccardo Laterza, Portavoce nazionale della Rete della Cononscenza - “Da un lato si continua, dopo lo scalpo dell’articolo 18, a cancellare diritti e tutele con le nuove norme sul demansionamento, che consentono al datore di lavoro di assegnare unilateralmente al dipendente mansioni riconducibili al livello inquadramento contrattuale inferiore; dall’altro, la grande maggioranza dei contratti precari resta intatta e migliaia di lavoratori autonomi e atipici continuano ad essere esclusi dagli ammortizzatori sociali.”.

“Oltre al danno la beffa, l’inganno a danno di giovani, precari e inoccupati prosegue senza vergogna: i dati del Ministero del Lavoro e le dichiarazioni del Ministro Poletti tradiscono la retorica del Governo e mettono in luce come il baricentro del progetto di riforma sia la liberalizzazione del contratto a tempo determinato e di altre tipologie di lavoro precario e intermittente, come il ricorso ai voucher esteso fino a 7.000 euro annui” - continua Alberto Campailla, Portavoce nazionale di Link - Coordinamento universitario - “E’ indicativo che il 65,5% delle nuove attivazioni ad aprile sia rappresentato da contratti a tempo determinato: lo smantellamento delle tutele al contratto a tempo indeterminato e la liberalizzazione di quello a termine costituiscono una strategia inaccettabile per intervenire sulla disoccupazione e sui rapporti di lavoro rendendo tutti più precari e più ricattabili”.

“E’ innaccettabile che il governo continui a legittimare l’apprendistato come forma di assolvimento dell’obbligo scolastico, confermando, altresì, la sperimentazione dell’apprendistato sperimentale al IV e V anno degli istituti tecnici professionale. E’ necessario aumentare l’obbligo scolastico a 18 anni di età e solamente in seguito prevedere forme di apprendimento in apprendistato.”  -dichiara Danilo Lampis, Coordinatore nazionale dell’Unione degli Studenti - “Se da un lato vengono compiuti passi avanti sui congedi parentali e diritto alla genitorialità, le prestazioni del welfare per precari, parasubordinati e lavoratori autonomi restano in alcuni casi insufficienti, in altri completamente assenti: anche l’estensione della Nuova Aspi a 24 mesi risulta finanziata con il risparmio sulla Cassa Integrazione Guadagni, anziché finanziare un vero sistema universale di integrazione al reddito tramite la fiscalità generale”.

“Continueremo a mobilitarci contro la precarietà, lo sfruttamento e le disuguaglianze sociali che questo governo sta rafforzando” - concludono gli studenti nella nota - “rivendicando tutele per tutti e un reddito universale che garantisca a ciascuno il diritto ad una vita dignitosa ed autonomia sociale per liberare gli individui dal ricatto”

Read 2411 times

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Storie di ordinaria follia da emergenza coronavirus

Storie di ordinaria follia da emergenza coronavirus

Colta al volo nella fila davanti alla posta: “Mio marito non vuole andare al compleanno dei nipotini perché – dice- per soffiare sulle candeline i bambini senza mascherina spargono il...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Con la pandemia il laboratorio gioca un ruolo fondamentale per la nostra sicure…

Con la pandemia il laboratorio gioca un ruolo fondamentale  per la nostra sicurezza

Nell’era pandemica che stiamo vivendo i laboratori scientifici (laboratori di prova e medici in particolare), si sono rivelati un riferimento fondamentale per mettere in campo nuove soluzioni per individuare, diagnosticare...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]s.it