Lunedì, 29 Giugno 2015 17:11

Grecia. Merkel: Se fallisce l’euro, fallisce l’Europa

Scritto da

BERLINO - "Se fallisce l'euro fallisce l'Europa". E’ questa la preoccupazione della cancelliera tedesca Angela Merkel, forte dell’economia del suo Paese.

Lo ha detto oggi  parlando al suo partito, l'Unione Cristiano-Democratica (Cdu), mentre ancora non è stata trovata una soluzione alla crisi greca. "Se si perde la capacità di trovare compromessi, anche l'Europa è persa", ha detto.

"L'Europa vive della capacità di trovare accordi", ha ricordato la cancelliera, sottolineando come "solidarietà e sforzi individuali sono le fondamenta su cui lavoriamo insieme". Oltre a ripetere la formula diventata ormai il suo 'motto' da quando è scoppiata la crisi greca, "se fallisce l'euro, fallisce l'Europa", la cancelliera ha ricordato che "dobbiamo lottare per questi principi". 

Principi alquanto confusi quelli della Merkel, che forse farebbe bene a mandare qualche osservatore internazionale nella penisola greca per osservare più da vicino come stanno vivendo i cittadini greci. Anzi, sopravvivendo.

Inoltre la Merkel aggiunge che la Grecia non potrà ottenere un finanziamento ponte fra il programma in scadenza domani e un eventuale nuovo programma: "Non c'è alcun fondamento giuridico", ha spiegato. La cancelliera ha sottolineato che "le condizioni" per i trasferimenti di risorse "sono molto chiare". "Questo programma è ancora dell'EFSF - ha aggiunto Merkel - se si volesse pensare a un nuovo programma questo farebbe capo all'ESM e il Bundestag tedesco dovrebbe pronunciarsi, se Atene presentasse una richiesta, per autorizzare il governo tedesco" a procedere a delle trattative.

Alla preoccupazione della Merkel si aggiunge quella del presidente della Commissione europea

Un no dei greci al referendum - afferma il  Jean-Claude Juncker  - vorrebbe dire che la Grecia dice no all'Europa”. "Tutto il mondo - ha aggiunto - riterrà che un no significherà che la Grecia vuole prendere le distanze dalla zona euro e dall'Unione".

 "Io ho fatto tutto il possibile per raggiungere un accordo - precisa Juncker - e non meritiamo le critiche  che ci sono rivolte. Né io né Dijsselbloem che si è fatto in  quattro per lavorare ad un accordo”.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Musei, Minoranze e Alternative Experts. Le istituzioni museali possono oggi bene…

Durante un simposio tenuto in ottobre da ABC Citta’ a Milano, si è ragionato su come sradicare dai musei i vecchi stereotipi culturali e sfruttare tali istituzioni e il loro...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]